16/09/2011, 00.00
TURKMENISTAN
Invia ad un amico

Il presidente prepara il nuovo “libro santo” da sostituire al Ruhnama

Berdymukhammedov scrive il testo che prenderà il posto della guida diventata la base del culto della personalità del suo predecessore Niyazov. Potrebbe intitolarsi “Libro dei turkmeni” o “Libro dell’Umanità”.
Ashgabat (AsiaNews/Agenzie) – Il presidente del Tyrkmenistan Gurbanguly Berdymukhammedov pubblicherà presto una nuova “guida spirituale” per il Paese. La pubblicazione dovrebbe sostituire il Ruhnama (Libro dell’anima) scritto dal suo predecessore Saparmurat Niyazov e alla base del culto della personalità dell’ex leader centro asiatico. A riportarlo è il servizio in turkmeno di Radio Free Europe. Fonti informate dei fatti in Turkmenistan hanno raccontato all’emittente, sotto anonimato, che il nuovo “libro santo” si intitolerà Turkmennama (Libro dei turkmeni) o Adamnama (Libro dell’Umanità). I due possibili titoli erano già trapelati a maggio in un articolo sul Turkmen dili, quotidiano controllato dal governo, in cui si parlava della necessità di una nuova guida per “un nuovo periodo della storia turkmena” dopo “l’età dell’oro” rappresentata dall’epoca Niyazov.

Autoproclamatosi Turkmenbashi - Padre e Guida di tutti i turkmeni - Niyazov ha governato il Paese per 21 anni, fino alla morte nel dicembre 2006. Il suo potere è stato tanto assoluto da essere definito “l’ultimo faraone” e ha instaurato un esasperato culto della personalità. Oltre alle statue e agli onnipresenti manifesti che lo raffigurano, la propaganda di Stato lo ha glorificato come “profeta”. Il suo Ruhnama - uscito nel 2001 - è una “revisione” dell’islam, obbligatorio in tutte le scuole e nelle moschee e presente perfino negli internet cafè.

Dopo la sua elezione, Berdymukhammedov ha gradualmente “sostituito” con se stesso l’oggetto del culto della personalità: si è gradualmente allontanato dal Ruhnama, eliminandolo dalle cerimonie pubbliche e rimuovendolo dal curriculum obbligatorio delle università. Anche i media di Stato hanno smesso di promuovere il “libro santo” come facevano sotto Niyazov, mentre le sue gigantografie stanno prendendo il posto di quelle del predecessore per le strade.

Ex dentista, Berdymukhammedov non ha mai scritto un libro prima di diventare capo di Stato. Il contenuto della sua nuova opera non è ancora stato reso noto, né è chiaro quando sarà pubblicato ufficialmente, fa notare il sito Eurasianet.
 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ashgabat, Berdimuhamedov è presidente per la terza volta. Rimangono povertà e repressione
13/02/2017 15:18
Dopo Niyazov: poche speranze per la libertà religiosa
22/12/2006
Cambia il presidente, ma resta uguale il culto della personalità
10/07/2007
Berdymukhamedov, nuovo presidente turkmeno da decenni nelle stanze del potere
14/02/2007
Ashgabat, imam, polizia e servizi segreti vietano bibbie e canti cristiani
21/12/2013