11/02/2015, 00.00
TURKMENISTAN
Invia ad un amico

Dopo 25 anni, emergono i primi dati (reali) sulla popolazione del Turkmenistan

Il governo di Ashgabat non rilascia i numeri ufficiali sulla composizione della propria cittadinanza per motivi politici ed economici. Usa le minoranze etniche - gonfiando e sgonfiando le percentuali - per chiedere investimenti agli Stati vicini. Un sito locale ottiene le statistiche del censimento "clandestino" condotto dall'esecutivo nel 2012.

Ashgabat (AsiaNews) - Gli abitanti del Turkmenistan sono all'incirca 4,8 milioni e non "circa 5,5 milioni" come dichiara il governo. Di questi, l'85,6% è di etnia turkmena; il 5,8% è uzbeka e il 5,1% russa. Il 4% della popolazione totale gestisce il 45% delle entrate economiche nazionali, mentre il 60% delle famiglie non è proprietario della casa in cui vive. Sono alcuni fra i dati più interessanti emersi da un censimento "clandestino" organizzato dal governo di Ashgabat nel 2012 e mai pubblicato. Il Paese è una delle nazioni meno trasparenti dell'Asia e forse del mondo intero.

I dati sono stati confermati da alcuni funzionari governativi che - in condizione di anonimità - hanno parlato con il giornale online Chrono-tm.org. Questi numeri sono considerati "molto sensibili" dalle autorità, che da 25 anni non pubblicano un vero censimento della popolazione e che in continuazione forniscono statistiche "ufficiali" che servono per gestire la propria politica estera e la richiesta di aiuti alle varie nazioni.

In alcune occasioni, il governo turkmeno ha aumentato il numero di cittadini "autoctoni" per evitare "ingerenze" da Stati più o meno alleati. In altre occasioni, invece, hanno presentato comunità "non autoctone" con appartenenti più o meno numerosi per chiedere investimenti, soprattutto alla Russia. Stride in maniera particolare il fattore occupazione: secondo l'esecutivo il 90% delle donne e il 100% degli uomini in età lavorativa ha un impiego. Secondo gli analisti, la statistica "è talmente falsa che si può confutare a occhio nudo".

Nel gennaio 2015, parlando a una conferenza delle Nazioni Unite a Ginevra, un funzionario turkmeno ha dichiarato che gli uzbeki residenti nel suo Paese "sono circa il 9% della popolazione; i russi poco più del 2,2% mentre i kazaki si aggirano intorno allo 0,4%". La dichiarazione, falsa, serviva ad Ashgabat per chiedere all'Uzbekistan un investimento nel settore minerario. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ashgabat, al via i Giochi asiatici Indoor e di Arti marziali
18/09/2017 14:28
Giappone, la popolazione crolla ai minimi storici: un quarto è sopra i 65 anni
03/07/2015
Cina, a sorpresa in gennaio bilancia commerciale record: più 31,9 miliardi di dollari
12/02/2014
Bloccata la costruzione del più grande gasdotto turkmeno. Peggiora la crisi del Paese
13/03/2017 15:38
Scompare la valuta con la “vecchia” faccia di Niyazov
12/01/2009