16/05/2015, 00.00
EGITTO
Invia ad un amico

Egitto: pena di morte per l’ex presidente Mohamed Morsi

Un tribunale lo ha condannato per il suo coinvolgimento nelle evasioni di massa avvenute nelle rivolte del 2011. Anche più di 100 membri dei Fratelli musulmani sono stati giudicati colpevoli.

Il Cairo (AsiaNews/Agenzie) – Un tribunale egiziano ha condannato a morte questa mattina l’ex presidente Mohamed Morsi per il suo coinvolgimento in un’evasione di massa avvenuta nel 2011. Oltre a lui sono stati giudicati colpevoli più di 100 membri dei Fratelli musulmani. La corte ora passerà il verdetto al Gran Muftì, la massima autorità religiosa islamica del Paese, perché dia la propria opinione prima dell’esecuzione.

Il tribunale ha condannato a morte anche Khairat el-Shater, leader dei Fratelli musulmani, e altri 15 per cospirazione con gruppi militanti stranieri.

Le evasioni di massa sono avvenute durante le rivolte del 2011 contro l’allora presidente Hosni Mubarack. I moti portarono al rovesciamento del governo e, nei mesi successivi, alla vittoria (molto contestata) alle elezioni di Mohamed Morsi e dei Fratelli musulmani.

Nel 2013 Morsi è stato destituito dall’esercito: un atto che ha poi portato a nuovo voto e all’elezione dell’ex generale Abdel Fattah al-Sisi a nuovo presidente.

Morsi era presente in aula alla lettura della sentenza. Lo scorso mese un altro tribunale lo ha condannato a 20 anni di prigione per istigazione alla violenza, all’arresto e alla tortura durante le rivolte del 2012. In quell’occasione p. Rafic Greiche, portavoce della Chiesa cattolica egiziana, ha definito ad AsiaNews la sentenza “troppo leggera”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
P. Rafic: nessuna ombra sulla morte di Morsi. Timori di attentati dei Fratelli musulmani
18/06/2019 12:14
Cairo, il no dell’ergastolo a Morsi un passo verso la riconciliazione nazionale
26/11/2016 10:47
Ergastolo a 69 islamisti per l’incendio della chiesa di Kerdasa
30/04/2015
“Pena troppo leggera” la condanna di Mohamed Morsi a 20 anni. E’ “sfuggito alla pena di morte”
22/04/2015
Bombe, elezioni, condanne: l'Egitto cerca la sua strada
03/03/2015