29 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 02/12/2016, 14.45

    COREA DEL NORD

    Pyongyang contro le nuove sanzioni Onu. Dubbi sull’effettiva applicazione



    Le Nazioni Unite intendono privare la Corea del Nord di circa 700milioni di dollari all’anno in esportazioni. Per l’autorità nordcoreana si tratta di “un’altra violazione delle Nazioni Unite comandata dagli Stati Uniti”. Pyongyang a Trump: Siamo una potenza nucleare. 

    Pyongyang (AsiaNews) – Pyongyang ha rigettato le nuove sanzioni economiche approvate il 30 novembre scorso all’unanimità dai 15 Stati membri del Consiglio di sicurezza Onu, che privano il governo nord-coreano di circa 700 milioni all’anno in esportazioni. La sanzione più significativa riguarda l’imposizione di un tetto del 60% nell’export del carbone, di cui il Paese è ricco. A questo si aggiunge il divieto di esportare materiali non-ferrosi come bronzo, nickel e argento, che fruttano circa 100milioni all’anno. E ancora il blocco alla vendita di imbarcazioni o elicotteri  e le restrizioni alle libertà di viaggio e spostamento per funzionari governativi e militari.

    Resta ora da verificare l’effettiva applicazione delle sanzioni, che compete in larga parte a Pechino quale principale partner economico e commerciale di Pyongyang. Secondo lo studioso e analista Donald Kirk, esperto di questioni nord-coreane, la Cina è il destinatario di circa il 90% delle esportazioni nordcoreane. E finora il governo cinese – il Paese cruciale nell’imposizione delle sanzioni – ha continuato a importare carbone e minerali ferrosi dalla Corea del Nord.

    Di contro, Pyongyang dipende dalla Cina per l’importazione del petrolio e per oltre la metà dei prodotti alimentari. Anche la Russia importa carbone e minerali dal confine nordcoreano.

    Sebbene l’approvazione delle sanzioni sia destinata a privare la Corea del Nord di centinaia di milioni di dollari all’anno, non vi è certezza che queste saranno rispettate da tutte le nazioni del Consiglio. Questo perché – afferma Kirk – gran parte del commercio con la Cina è informale se non tecnicamente illegale.

    Ieri Pyongyang ha condannato duramente le nuove sanzioni. Un portavoce del ministero degli esteri nordcoreano ha annunciato che il Paese “censura e rigetta in modo categorico un altro eccesso di autorità ai danni del Partito del popolo della Repubblica Coreana (Dprk)”. I provvedimenti, aggiunge, sono “una violazione delle Nazioni Unite comandata dagli Stati Uniti”.

    La Corea del Nord è soggetta da anni a dure sanzioni economiche da parte delle Nazioni Unite a causa dei continui test nucleari. Le ultime sanzioni, definite “le più pesanti degli ultimi 20 anni”, sono state applicate dal consiglio dell’Onu nel marzo scorso. Subito dopo le elezioni presidenziali americane, un editoriale del Rondong Sinmun del partito dei lavoratori nordcoreano, ha pubblicato un articolo in cui si esorta il neo eletto presidente Donald J. Trump a riconoscere in modo ufficiale la Corea del Nord come uno Stato dotato di armi nucleari.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/07/2006 Corea del Nord – Stati Uniti – Russia
    Pyongyang "accetti la risoluzione Onu e torni al tavolo del disarmo nucleare"

    Bush e Putin, ai margini del G8, siglano un comunicato congiunto che chiede alla Corea del Nord di accettare le sanzioni del Consiglio di Sicurezza e di tornare "senza condizioni" al tavolo dei dialoghi a sei sul nucleare. Sulla stessa linea, Seoul minaccia il blocco degli aiuti.



    25/02/2016 08:40:00 CINA – USA – COREA DEL NORD
    Accordo fra Pechino e Washington per punire Pyongyang

    Dopo i test nucleari illegali e i lanci missilistici, la Cina e gli Stati Uniti si incontrano per preparare una bozza di risoluzione che estende le punizioni emesse dal Consiglio di Sicurezza Onu contro il regime dei Kim. Ora serve il voto del Consiglio. Fra le nuove entità che vengono sanzionate, anche il Ministero nordcoreano per l’energia atomica.



    22/04/2017 12:03:00 COREA DEL NORD-CINA
    Pyongyang contro tutti: minacce di ‘conseguenze catastrofiche’ contro la Cina

    Un editoriale pubblicato oggi si scatena contro la Cina, pur non nominandola in modo diretto. L’accusa a Pechino di “danzare sulla musica suonata da un altro”. Il timore di ulteriori sanzioni dopo il blocco delle importazioni di carbone. Le minacce agli Usa: La Nordcorea non teme la guerra.



    20/07/2006 Corea del Nord – Corea del Sud
    Pyongyang interrompe gli incontri di riunificazione familiare

    La mossa è interpretata come una rappresaglia per l'adozione della risoluzione di condanna da parte del Consiglio di Sicurezza dell'Onu sui test missilistici. Seoul annuncia la sua intenzione di voler dialogare con il Nord tramite canali non ufficiali.



    23/01/2013 COREA DEL NORD – ONU
    Pyongyang risponde all’Onu: Andiamo avanti con il nucleare
    Il Consiglio di Sicurezza vota unanime (Cina compresa) per inasprire le sanzioni al regime stalinista, colpevole di continuare con il proprio programma missilistico. La risposta netta di Pyongyang: “Siete anti-democratici e irrealistici, andremo avanti almeno fino a che non ci sarà un disarmo nucleare di tutto il pianeta”.



    In evidenza

    EGITTO – VATICANO
    Papa in Egitto: l’Egitto chiamato a condannare violenza e povertà in Medio Oriente



    Nel discorso alle autorità Francesco sottolinea ruolo e responsabilità del Cairo nel futuro della regione. “Di fronte a uno scenario mondiale delicato e complesso, che fa pensare a quella che ho chiamato una ‘guerra mondiale a pezzi’, occorre affermare che non si può costruire la civiltà senza ripudiare ogni ideologia del male, della violenza e ogni interpretazione estremista che pretende di annullare l’altro e di annientare le diversità manipolando e oltraggiando il Sacro Nome di Dio”.


    ISLAM-VATICANO-EGITTO
    Un musulmano scrive al papa : Caro papa Francesco,..

    Kamel Abderrahmani

    L’ammirazione per la carità mostrata dal pontefice verso i rifugiati musulmani siriani, per il suo spingere all’amore e nel denunciare l’odio. “I nostri ulema non sono così” e non denunciano l’odio di Daesh e non fanno nulla per i cristiani. La richiesta perché nel viaggio in Egitto, spinga il presidente al Sisi e Al Azhar alla riforma dell’islam. Senza di questo Al Azhar rischia di essere l’accademia del fondamentalismo mondiale. Dal nostro amico e collaboratore Kamel Abderrahmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®