18 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 13/12/2016, 12.57

    COREA DEL NORD

    Appello della Croce rossa internazionale per le vittime dell’alluvione in Corea del Nord



    "C'è ancora molto da fare. Molte persone hanno perso tutto", ha detto il presidente della International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies (IFRC). “Hanno bisogno di forniture di soccorso di base per affrontare i mesi invernali e sono necessarie ulteriori investimenti per ripristinare i servizi sanitari, l'approvvigionamento idrico e campagne di sensibilizzazione contro la diffusione di malattie trasmissibili”.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Con l’arrivo dell’inverno migliaia di sopravvissuti alle alluvioni che ad agosto hanno colpito un lontano angolo della Corea del Nord sono nella necessità di ricevere aiuti. L’appello è stato lanciato oggi dalla International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies (IFRC).

    "C'è ancora molto da fare. Molte persone hanno perso tutto", ha detto il presidente IFRC Tadateru Konoé in un comunicato stampa a seguito di una visita di 10 giorni nella zona colpita da una alluvione che ha colpito 600mila persone, lasciandone senza casa 70mila.

    “Hanno bisogno – informa il comunicato - di forniture di soccorso di base per affrontare i mesi invernali e sono necessarie ulteriori investimenti per ripristinare i servizi sanitari, l'approvvigionamento idrico e campagne di sensibilizzazione contro la diffusione di malattie trasmissibili”.

    Nel mese di settembre, l'IFRC aveva lanciato un appello per raccogliere 15 milioni e mezzo di dollari a favore della Croce Rossa della Corea del Nord, ma solo il 25 per cento dell’obiettivo è stato raggiunto.
     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/08/2012 COREA DEL NORD – CINA
    Pechino “non ha concesso nemmeno uno yuan” a Kim Jong-un
    La visita dell’eminenza grigia di Pyongyang nella capitale cinese è finita con un buco nell’acqua. Una fonte di AsiaNews racconta: “Sperava di ottenere fondi, è tornato a mani vuote. Il regime cinese gli ha impartito una lezioncina sul libero mercato e lo ha rimandato a casa. Sono stanchi anche loro delle intemperanze nordcoreane”.

    28/08/2012 COREA
    Seoul: “Pronti a riprendere l’invio di aiuti al Nord”
    L’annuncio viene dal ministro dell’Unificazione, che specifica: “Non vogliamo intervenire in maniera diretta, affidiamo tutto alle Organizzazioni non governative”. È l’ultima possibilità per il governo Lee, che a dicembre arriva alla prova delle urne, per migliorare i rapporti con Pyongyang.

    04/10/2007 COREA
    Storico accordo fra i leader coreani: pace e commercio
    Roh Moo-hyun e Kim Jong-il hanno firmato un accordo in dieci punti che prevede la creazione di una nuova zona di pace e sancisce la fine ufficiale della guerra di secessione del 1950. Pyongyang accetta inoltre la chiusura dei suoi reattori nucleari, in cambio di aiuti umanitari e carburante.

    03/10/2007 COREA
    Sorrisi tra Roh e Kim, ma dai colloqui ufficiali si aspettano risultati modesti
    Clima cordiale, ma nessuno si attende effetti immediati da questi primi incontri. Intanto gli Stati Uniti parlano dell’imminente incontro delle 6 Nazioni per la rinuncia di Pyongyang al programma nucleare.

    14/07/2007 USA - COREA DEL NORD
    Cristiano condannato a morte, politici Usa scrivono all’Onu
    Il fratello minore di Son Jong-nam, ex ufficiale dell’esercito di Pyongyang convertito al cristianesimo, che dovrebbe essere giustiziato in pubblico, ha chiesto l’aiuto degli Usa e dell’Onu per fermare l’esecuzione.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®