18/01/2017, 11.47
COREA DEL NORD
Invia ad un amico

Pyongyang: Un manuale di divieti per diplomatici e visitatori stranieri

Regole sul “corretto” uso dei dispositivi fotografici e sulle molte restrizioni della libertà di movimento a cui diplomatici e visitatori sono sottoposti durante la loro permanenza in Corea del Nord. 

Pyongyang (AsiaNews/Agenzie) – Sarà proibito fotografare siti in costruzione, edifici appartenenti a istituzioni governative, “scene di incidenti”, pubblicazioni inedite e fabbriche: sono alcune delle “regole” che ogni diplomatico o visitatore straniero sarà tenuto a seguire con scrupolo durante la propria permanenza nel Paese. Lo stabilisce il governo nordcoreano nel “libro protocollare per i corpi diplomatici situati nella Repubblica Democratica Popolare di Corea (Dprk)”, pubblicato per informare e istruire i visitatori.

Il manuale stabilisce molte regole da osservare prima e durante la permanenza nel Paese. All’interno sono elencati i nomi dei luoghi dove la fotografia è permessa e i nomi di quelli in cui è proibita. Secondo il libro, è vietato fare foto a “organizzazioni e personale del ministero delle Forze armate, al ministero della Sicurezza popolare, basi militari, fabbriche di munizioni, aeroporti militari, importanti fabbriche e istituzioni statali, imprese, istituti di ricerca, centrali elettriche, impianti di stoccaggio e qualsiasi struttura sotterranea.”

Il divieto comprende anche fotografare siti in costruzione e luoghi in cui sono accaduti incidenti – di natura non specificata – che devono ancora essere sgomberati. È anche necessario un permesso per fotografare i residenti. Il libro ricorda che per spostarsi per il Paese, qualsiasi visitatore deve essere accompagnato da un sorvegliante.

Il manuale elenca inoltre una lunga lista di luoghi che è proibito visitare. L’intera provincia di Jagang, l’area a nord del fiume Chongchon nella provincia di Phyongan e la contea Pukchang nella provincia meridionale di Phyongan sono aree vietate per motivi non specificati. I diplomatici non sono autorizzati a visitare la linea di confine meridionale tra Sangwon e Sariwon, compresa la linea di demarcazione militare che separa le due Coree.

Il personale straniero che intende visitare e viaggiare in queste province avrà bisogno di informare i dipartimenti – delle Forze armate e degli affari Esteri – cinque giorni prima di ricevere il permesso.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cristiano condannato a morte, politici Usa scrivono all’Onu
14/07/2007
Pyongyang ai nordcoreani all’estero: vietato accedere a internet
08/03/2017 14:25
Dopo il test nucleare, la Caritas "continuerà il suo lavoro a favore della popolazione del Nord"
20/10/2006
L'enciclica "conforta la Chiesa coreana, costretta nel nord al silenzio"
01/02/2006
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012