29 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 03/03/2017, 08.34

    MALAYSIA - COREA DEL NORD

    Kuala Lumpur libera il nordcoreano implicato nell’assassinio di Kim Jong-nam



    Non vi sono “prove evidenti”. Ri Jong-chol, 46 anni, è un chimico. Il giorno dell’uccisione ha portato quattro nordcoreani all’aeroporto. La Malaysia ha cancellato la cessione dei visti per i nordcoreani.

    Kuala Lumpur (AsiaNews) – La Malaysia ha deciso di liberare oggi l’uomo della Nord Corea arrestato in relazione con l’assassinio di Kim Jong-nam, fratellastro del dittatore Kim Jong-un. 

    Ri Jong-chol, 46 anni, era l’unico nordcoreano preso dalla polizia su otto sospettati, che avrebbero in qualche modo aiutato all’avvelenamento di Kim Jong-nam con agente nervino VX all’aeroporto di Kuala Lumpur il 13 febbraio scorso. Fra i ricercati vi è anche un impiegato dell’ambasciata della Nord Corea in Malaysia.

    Secondo alcune agenzie di stampa, Ri Jong-chol, che è laureato in chimica, avrebbe portato quattro nordcoreani all’aeroporto di Kuala Lumpur nel giorno dell’uccisione.

    Il ministro della giustizia Mohamed Apandi Ali ha dichiarato che non vi erano “prove sufficienti” per incriminarlo.  E non avendo egli documenti validi oggi sarà deportato in Nordcorea.

    Rimangono in arresto e accusate di omicidio due donne, Doan Thi Huong, vietnamita e Siti Aisyah, indonesiana, che avrebbero spalmato la sostanza tossica sul volto di Kim. Le due donne si difendono dicendo che pensavano di partecipare a uno scherzo televisivo.

    La Malaysia non ha accusato Pyongyang in modo ufficiale, ma vi sono molti segnali che indicano responsabilità legate alla Corea del Nord. Questa ha rigettato le illazioni, come pure le prove della morte di Kim per avvelenamento, dicendo che egli è morto per “infarto”.

    Ieri per motivi di sicurezza, la Malaysia ha decretato la cancellazione della cessione libera di visti per i nordcoreani.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/03/2017 08:36:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Pyongyang blocca i malaysiani in Nordcorea. Kuala Lumpur fa altrettanto

    Per il premier Najib Razak i suoi concittadini sono presi in “ostaggio”. La polizia dice che nell’ambasciata di Pyongyang a Kuala Lumpur sono nascosti i ricercati in connessione all’assassinio di Kim Jong-nam



    27/02/2017 08:58:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Kim Jong-nam: una 'morte dolorosa in 20 minuti'

    La conferma del ministro della salute in Malaysia. L’agente nervino ha agito in fretta bloccando il cuore e i polmoni. Le due donne arrestate pensavano di spalmare sul volto di Kim “olio per bambini” e di stare all’interno di uno scherzo televisivo. Una è stata pagata con 80 dollari.



    16/02/2017 08:48:00 COREA-MALAYSIA
    Arrestate due donne sospettate dell’assassinio di Kim Jong-nam

    Una ha passaporto indonesiano; l’altra ha passaporto vietnamita. La polizia malaysiana pensa che siano implicati anche quattro uomini. Visite dei rappresentanti dell’ambasciata di Pyongyang al centro di medicina legale di Kuala Lumpur. Aumentare la protezione per tutti i profughi nordcoreani di alto profilo a Seoul.



    18/02/2017 09:03:00 COREA-MALAYSIA
    Nordcoreano arrestato in relazione all’assassinio di Kim Jong-nam

    Finora fra i sospetti vi erano un’indonesiana, il suo fidanzato malaysiano, una vietnamita. Silenzio a Pyongyang. Ma l’ambasciatore nordcoreano a Kuala Lumpur esige che l’autopsia avvenga alla presenza di suoi rappresentanti. Ipotesi sull’uccisione: non ha obbedito al fratellastro che gli ordinava di tornare in patria. Kim Jong-nam cercava asilo in qualche Paese straniero.



    16/03/2017 08:41:00 MALAYSIA-COREA DEL NORD
    Il Dna di un figlio di Kim Jong-nam conferma l’identità dell’uomo assassinato

    Il governo di Kuala Lumpur non ha rivelato chi ha offerto i campioni di Dna. Si pensa sia stato il figlio Kim Han-sol. La salma a Pyongyang in cambio della liberazione dei malaysiani bloccati in Corea del Nord. Qualche problema al campionato dell’Asian Cup.





    In evidenza

    EGITTO – VATICANO
    Papa in Egitto: l’Egitto chiamato a condannare violenza e povertà in Medio Oriente



    Nel discorso alle autorità Francesco sottolinea ruolo e responsabilità del Cairo nel futuro della regione. “Di fronte a uno scenario mondiale delicato e complesso, che fa pensare a quella che ho chiamato una ‘guerra mondiale a pezzi’, occorre affermare che non si può costruire la civiltà senza ripudiare ogni ideologia del male, della violenza e ogni interpretazione estremista che pretende di annullare l’altro e di annientare le diversità manipolando e oltraggiando il Sacro Nome di Dio”.


    ISLAM-VATICANO-EGITTO
    Un musulmano scrive al papa : Caro papa Francesco,..

    Kamel Abderrahmani

    L’ammirazione per la carità mostrata dal pontefice verso i rifugiati musulmani siriani, per il suo spingere all’amore e nel denunciare l’odio. “I nostri ulema non sono così” e non denunciano l’odio di Daesh e non fanno nulla per i cristiani. La richiesta perché nel viaggio in Egitto, spinga il presidente al Sisi e Al Azhar alla riforma dell’islam. Senza di questo Al Azhar rischia di essere l’accademia del fondamentalismo mondiale. Dal nostro amico e collaboratore Kamel Abderrahmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®