3 Settembre 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

invia ad un amico visualizza per la stampa


» 11/10/2007
EMIRATI ARABI UNITI
Un canale di 75 chilometri creerà una nuova isola a Dubai
Entro il 2010, per un costo previsto di 61 miliardi di dollari, sulla nuova isola sarà realizzata una nuova città su 20mila ettari, con abitazioni, centri commerciali e porticcioli. Per “creare la vita nel deserto”.

Dubai (AsiaNews) – Un canale artificiale di 75 chilometri cambierà il volto alla zona meridionale di Dubai e trasformerà entro il 2010 la zona di Jebel Ali in un’isola. Il progetto, informa Gulfnews, da 61 miliardi di dollari prevede, oltre allo scavo del canale dal centro portuale di Jebel Ali al quartiere costiero di Jumeirah per un costo di 11 miliardi, anche la creazione di “una città nella città” che per un costo di 50 miliardi coprirà 20mila ettari sul fianco meridionale del canale; ci saranno quartieri residenziali, porticcioli e centri commerciali per servire oltre un milione di persone.

Saeed Ahamd Saeed, capo esecutivo di Limitless (branca immobiliare della ditta Dubai World) che realizzerà il progetto, spiega che il nuovo “Canale Arabico sarà una delle meraviglie dell’ingegneria mondiale”. “Creerà la vita nel deserto”.

Largo 150 metri e profondo 6, partirà dalla zona degli isolotti artificiali di Waterfront a Dubai, passando ad oriente del nuovo aeroporto internazionale prima di tornare indietro verso Jumeirah. Potrà ospitare barche lunghe fino a 40 metri. I lavori inizieranno a dicembre e ogni giorno saranno scavati e rimossi oltre un milione di metri cubi di terra, abbastanza per riempire 400 piscine olimpiche.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
10/09/2010 DUBAI
Dubai World annuncia un accordo con i suoi creditori
04/01/2010 DUBAI
Dubai inaugura il grattacielo più alto del mondo
28/11/2013 EMIRATI ARABI UNITI
A Dubai l'Expo2020. L’Emiro: Sorprenderemo il mondo
14/01/2009 EMIRATI ARABI UNITI
Dubai: revocati ogni giorno 1500 visti per lavoratori stranieri
10/03/2009 EMIRATI ARABI UNITI
Dubai: tramontano i progetti faraonici e gli immigrati tornano a casa

In evidenza
INDIA
Card. Toppo: Imparare dai tribali dell’India ad avere cura della terra e dei suoi abitanti
di Nirmala CarvalhoL’arcivescovo di Ranchi parla ad AsiaNews in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato (1 settembre). Nel Paese “più di un milione di tribali è cattolico, e nella nostra cultura noi rispettiamo la natura e ne celebriamo i doni”. Oggi “per essere veri testimoni di Cristo dobbiamo rispondere alla crisi ecologica attraverso una profonda conversione spirituale”.
VATICANO-IRAQ
P. Samir di Amadiya: Il Papa è la voce dei profughi irakeni
di Bernardo CervelleraIl sacerdote caldeo ha incontrato papa Francesco chiedendogli di tenere alta l’attenzione del mondo sui profughi cristiani di Mosul e della Piana di Ninive. Nella sua diocesi vivono 3500 famiglie cristiane e quasi mezzo milione di yazidi fuggiti davanti alle violenze dello Stato islamico. L’Isis non è tutto l’islam e vi sono musulmani che vogliono un Iraq della convivenza. I cristiani potrebbero emigrare, ma rimangono nella loro terra. I progetti di aiuto ai rifugiati: la scuola per i bambini, lavoro per gli adulti, una casa per ogni famiglia. L’appello di AsiaNews.
LIBANO
La Dichiarazione di Beirut: i musulmani in difesa della libertà dei cristianiLibertà di fede, di educazione e di opinione difese citando il Corano. Esse sono alla base dello Stato di diritto, che non deve essere uno Stato religioso. L’organo di riferimento dei sunniti del Libano condanna senza appello la violenza in nome di Dio. Il testo integrale del messaggio.

Dossier

Terra Santa Banner


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate