29/02/2008, 00.00
IRAQ

Rapito il vescovo caldeo di Mosul

Mons. Faraj Raho aveva appena finito di celebrare la Via Crucis. Uccise le tre persone che erano con lui in auto.
Mosul (AsiaNews) – Il vescovo caldeo di Mosul, mons. Faraj Raho, è stato rapito oggi dopo aver celebrato la Via Crucis. Le tre persone che erano con lui sono state uccise. Lo riferisce  ad AsiaNews mons. Rabban al Qas, vescovo di Arbil che ha ricevuto la notizia direttamente da Mosul. I rapitori avrebbero già stabilito un contatto e avanzato delle richieste. Il sequestro - riporta il canale Ishtar Tv -  è avvenuto intorno alle 17.30; mons. Raho era appena uscito dalla Chiesa del Santo Spirito.
 
“Il vescovo è in mano ai terroristi – dice mons. al Qas – ma non sappiamo in che condizioni di salute, i tre uomini che erano con lui in macchina, tra cui il suo autista, sono state uccisi”. “È un momento terribile per la nostra Chiesa, pregate per noi”, è l’appello del vescovo di Arbil.
In un'intervista ad AsiaNews a fine novembre mons. Raho aveva denunciato le "incessanti sofferenze dei cristiani del nord" e lo stato di Mosul, "una città lasciata a se stessa e al terrorismo".
 
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sepolti a Karamles i tre cristiani uccisi nel rapimento del vescovo di Mosul
01/03/2008
Chiesa e sheik ottengono la liberazione dei quattro caldei rapiti nel nord
11/07/2007
Baghdad: sacerdote scomparso, si teme il rapimento
20/11/2006
Kirkuk: liberato il giovane insegnante cristiano, con l’aiuto dei musulmani
22/05/2009
Mosul, nuove violenze anticristiane. Uccisioni e torture
16/01/2009