25/04/2009, 00.00
FILIPPINE
Invia ad un amico

La “Dottrina cristiana” in lingua filippina disponibile nelle librerie digitali

di Santosh Digal
Stampato nel 1593, è il più antico esempio di letteratura cristiana in lingua locale. Esso si basa sugli insegnamenti del card. Bellarmino, teologo e Dottore della Chiesa. La sola copia esistente è conservata nella biblioteca del Congresso Usa a Washington.
Manila (AsiaNews) – “La Dottrina Cristiana in lingua spagnola e tagala” è il primo libro, scritto in lingua locale, ad essere stato stampato nelle Filippine. Pubblicato nel 1593, esso costituisce la prima testimonianza di un alfabeto distintivo del Paese. Oggi questo prezioso volume è disponibile in rete, negli elenchi della Biblioteca digitale mondiale.
 
Nel 1593 venne dato alle stampe la Dottrina cristiana nel dialetto Tagalog, basato sugli insegnamenti del card. Roberto Francesco Romolo Bellarmino, insigne teologo e Dottore della Chiesa. Il volume intendeva diffondere il cristianesimo nella popolazione, utilizzando proprio la lingua locale, di cui è diventato il testo di riferimento. L’opera segue di un paio di mesi l’uscita del primo libro in assoluto stampato nel Paese, la versione in lingua cinese della stessa “Dottrina”.
 
La sola copia esistente oggi della “Dottrina cristiana” in lingua tagala è conservata nella biblioteca del Congresso degli Stati Uniti a Washington; gli internauti possono leggerne una copia cliccando sulla copertina del volume, disponibile negli elenchi della Biblioteca digitale mondiale.   
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Attivista condannato a cinque anni di prigione per aver difeso la lingua tibetana
22/05/2018 08:54
Papa: le donne difendono dalle colonizzazioni ideologiche che indottrinano i giovani
23/11/2017 11:39
Nuova edizione della Bibbia in lingua Urdu
04/08/2007
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Anno della fede: la Chiesa filippina lancia la sfida per una Nuova evangelizzazione
12/10/2013