18/08/2009, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Influenza suina: in India città nel panico e nuovi casi in tutto il mondo

Per alcuni esperti indiani l’allarme è ingiustificato: il numero dei decessi per H1N1 è molto al di sotto di quello per diarrea e tubercolosi. Aumentano i casi in tutta l’Asia: primi morti in Corea del Sud e Giappone. I Paesi del Golfo si coordinano per contenere la diffusione del virus: Arabia Saudita e Kuwait gli Stati più colpiti.
New Delhi (AsiaNews) - Con il record di 220 nuovi casi di influenza suina registrati il 17 agosto, l’India ha raggiunto quota 1928 infezioni da virus H1N1. Ad oggi i casi di morte causati dalla pandemia sono 25, concentrati soprattutto a Pune, città industriale del Maharashtra a meno di 100 km da Mumbai.
 
Nonostante il numero di decessi giornalieri causati dall’influenza suina sia ancora ampiamente al di sotto delle cifre toccate dalle morti quotidiane per diarrea e tubercolosi nel Paese, la popolazione indiana ha dato segni di panico, che gli esperti definiscono ingiustificati.
 
Dal primo caso di  morte registrato il 3 agosto il negozi di mascherine sono stati presi d’assalto: il loro prezzo è salito in pochi giorni da 5 rupie (0,07 euro) a 150 rupie (oltre 2 euro). L’aumento delle infezioni e dei decessi ha aumentato l’angoscia della gente: a Pune strade semi deserte, a Mumbai scuole chiuse; i festeggiamenti per ricorrenza indù di Janmashtami disertati da molti fedeli.
 
Dall’India l’ansia per la diffusione del virus H1N1 si è estesa anche al vicino Nepal dove le misure preventive attuate dal governo non rassicurano la popolazione. Jitendra Man Shrestha, vice-coordinatore del programma di Kathmandu per controllare la pandemia, ha assicurato: “Stiamo facendo il possibile con le nostre capacità e risorse”, e aggiunto  che “comunque i rischi per una diffusione del virus attraverso i nostri confini permeabili restano alti”.
 
In tutti i Paesi del continente asiatico il mese di agosto ha portato un’ulteriore diffusione dell’influenza. Il 14 la Corea del sud ha registrato il primo decesso e il numero di contagi ha superato quota 2mila. Il 15 anche il Giappone ha confermato la morte del primo abitante dell’isola, un 57enne di Ginowan, città della prefettura di Okinawa, e reso noto che i casi d’infezione sono oltre 7mila. Il 16 il Vietnam ha annunciato 5 casi tra gli studenti delle superiori a Ho Chi Minh City allarmando la popolazione per l’ormai prossimo inizio dell’anno scolastico: i contagiati nel Paese sono oltre 1400, i morti due. Anche la Cina teme per i suoi studenti e ha concesso il ritardo dell’inizio dell’apertura delle scuole nelle regioni più a rischio. Il 18 agosto il Ministro della salute dell’Indonesia ha reso noto i nuovi dati sul virus H1N1 nel Paese: quattro morti e quasi 900 infetti.
 
I numeri diffusi il 12 agosto dall’Organizzazione mondiale della salute (Oms) parlano di oltre 177mila casi in tutto il mondo e più di 1400 morti. La pandemia lega Paesi distanti migliaia di chilometri tra loro. Dall’India, ad esempio, l’allarme è arrivato nel Bahrain a causa di 220 studenti del sultanato ospitati nella città di Pune epicentro dell’influenza suina nel Paese indiano.
 
Come il resto dell' Asia, anche il Medio oriente e la penisola araba stanno facendo i conti con nuove infezioni e decessi. Isaraele ha registrato il decimo morto, una donna di 62 anni, ma è il Libano il Paese più colpito con un'impennata di contagi che ha portato il numero degli infetti a quasi 500 in poche settimane.
Nel Golfo, il ministero della salute dell’Arabia Saudita ha reso noto che gli ospedali di Riyadh, sino ad oggi, hanno registrato circa 2mila ricoveri per il virus. Negli Emirati arabi ed in Kuwait le autorità sanitarie hanno approntato nuove misure per far fronte alla diffusione dell’influenza in coordinamento con tutti i Paesi del Gulf Cooperation Council. Tra essi i più colpiti sono Arabia Saudita (600) e Kuwait (560).
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Influenza A: scuole chiuse in Sri Lanka, dubbi sul reale numero di morti in Cina
20/11/2009
Febbre suina: bambino thai nasce già affetto dal virus H1N1
28/07/2009
Influenza suina: 5 miliardi di vaccini per 1000 nuovi casi al giorno
20/05/2009
Influenza A: vaccinazioni di massa per i pellegrini diretti alla Mecca
28/10/2009
Influenza A: per la Corea è allarme “rosso”, in una settimana casi raddoppiati
02/11/2009