23 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 17/02/2005
vietnam
Capodanno di solidarietà pro-tsunami per i cattolici vietnamiti

Hung Hoa (AsiaNews/Ucan) - I cattolici di alcune diocesi settentrionali del Vietnam hanno seguito le indicazioni dei loro vescovi per aiutare i sopravvissuti dello tsunami riducendo le spese per la festa del Capodanno lunare. "Vi invito a tagliare le spese non necessarie per condividere soldi con le persone colpite dallo tsunami" ha scritto nella sua lettera pastorale per la Quaresima mons. Antoine Van Huy Chuong, vescovo della diocesi di Hung Hoa. Le parrocchie della diocesi hanno raccolto denaro durante le feste di Capodanno e l'hanno inviato in vescovado, da dove è stato poi mandato alla Commissione episcopale nazionale per la carità.

Alcuni cattolici hanno raccontato come hanno ridotto le spese per le feste del nuovo anno. Pierre Nguyen Van Phuong ha riferito che quest'anno la sua famiglia ha cucinato 20 "banh chung" (un piatto tradizionale per il Capodanno) invece dei 30 dello scorso anno: in questo modo ha risparmiato 100 mila dong (la moneta locale, pari a 6,5 dollari Usa) da inviare ai sopravvissuti dello tsunami. Pierre ha espresso la speranza che le persone colpite dallo tsunami beneficino di un sollievo "grazie a piccoli aiuti in denaro da persone come noi". "Il nostro gesto potrebbe sembrare un po' tardivo, ma è meglio dare qualcosa piuttosto che niente" ha detto Pierre, che ha aggiunto: "Preghiamo Dio che non accadano altri terribili disastri come questo".

La 15enne Marie Dao Thi Mai ha invece spiegato di aver risparmiato 20 mila dong rinunciando a un nuovo vestito e che donerà tale somma "per i bambini che hanno perso i genitori nello tsunami".

Marie e i suoi familiari hanno anche raccolto un po' di soldi andando in cerca di legna da ardere nelle foreste. Un altro ragazzo, Paul Nguyen Van Hung, ha riferito che con i suoi amici ha deciso di non fare giochi d'azzardo durante il Capodanno, come invece avveniva di solito, e di destinare i soldi raccolti agli sfollati del maremoto.

Anche mons. Xavier Francois Nguyen Van Sand, vescovo della diocesi di Thai Binh, ha chiesto ai fedeli di consegnare le offerte in denaro così di inviarle più facilmente sui luoghi del disastro. Il vescovo ha inoltre invitato i bambini a contribuire con il dono della "lettera rossa", il tradizionale omaggio che i piccoli ricevono in occasione del Capodanno.

Il 13enne Joseph Tran Van Huong, che frequenta la cattedrale di Thai Binh, ha detto che l'anno scorso aveva ricevuto 200 mila di regalo dai suoi parenti. E ha devoluto la metà di tale somma per gli aiuti alle vittime del terremoto, invitando anche i suoi amici a fare altrettanto. Un fedele anziano ha commentato: "Mai prima d'ora ho visto tutte le parrocchie della mia diocesi impegnate a raccogliere fondi per le persone colpite da un disastro".

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
31/12/2004 thailandia
Dopo lo tsunami: nella preghiera la gente si chiede "perchè?"
di Weena Kowitwanij
01/01/2005 THAILANDIA
Chiese thailandesi, rifugio per i sopravvissuti dello tsunami
di Weena Kowitwanij
31/12/2004 india
Tamil Nadu: È urgente ricostruire, mentre il mare rigetta i morti dello tsunami
di Nirmala Carvalho
26/01/2005 ASIA - TSUNAMI
Lo tsunami, tragedia e solidarietà nella globalizzazione
di Bernardo Cervellera
26/01/2005 india
Nuove barche per i pescatori sopravvissuti allo tsunami
di Anthony Thota
Articoli del dossier
laos
Laos, i cattolici del nord celebrano Pasqua in una nuova chiesa
IRAQ
Pasqua a Mosul, i cristiani sfidano la paura e affollano le chiese
Cina - Vaticano
Arrestato sacerdote della Chiesa sotterranea
PAKISTAN
Pasqua a Lahore: ucciso un cristiano protestante
PAKISTAN
Pasqua in Pakistan, oltre le discriminazioni e a favore della solidarietà
TURCHIA
Ad Antiochia cattolici ed ortodossi celebrano insieme la Pasqua
BANGLADESH
Pasqua in Bangladesh: attendere Cristo e il sole, in un giorno feriale
THAILANDIA
A Phuket "la Passione si legge negli occhi della gente"
THAILANDIA
In Thailandia cattolici e musulmani uniti dalla Croce
filippine
Pasqua nelle Filippine, chiese affollate fra minacce di attentati
ISRAELE – PALESTINA – TERRA SANTA
Gerusalemme: la Croce distrugge i muri della paura
TERRA SANTA – ISRAELE – PALESTINA
Patriarca di Gerusalemme: la gioia del Risorto tra le prove del Medio Oriente
PAKISTAN
Ong cattolica in Pakistan, per Pasqua farina alle vedove e regali ai bambini
IRAQ
Cristiani di Mosul, la luce della Resurrezione nel Calvario della guerra
GIORDANIA
Pasqua, "la luce di Cristo" da Gerusalemme al Giordano
THAILANDIA
Bangkok, 25 nuovi cristiani nella notte di Pasqua
LIBANO
Domenica delle Palme, la speranza del Libano poggia sui giovani
pakistan
Pakistan, folla di cattolici per la messa delle Palme
iraq
Domenica delle Palme "senza paura" per i cristiani di Baghdad
PAKISTAN
Pakistan: dalla Passione di Cristo l'impegno a combattere le ingiustizie sociali
THAILANDIA
Lontano da cellulari e tv, la Quaresima dei cattolici in Thailandia
corea del sud
Seoul, Via Crucis per la dignità della vita nascente
CAMBOGIA
Sono 174 i cambogiani che a Pasqua diverranno cristiani
PAKISTAN
Digiuno e solidarietà, la Quaresima in Pakistan

In evidenza
IRAQ - ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": raccolti e inviati quasi 700mila euro. La campagna continua
di Bernardo CervelleraInviata la seconda tranche di aiuti, raccolti nel mese di settembre. In Medio oriente e in Iraq si gioca il destino dei rapporti fra oriente e occidente. L'appello di papa Francesco e del Sinodo. I governi tiepidi. Gli aiuti giunti da tutto il mondo: una nuova comunità internazionale che sconfigge la "globalizzazione dell'indifferenza".
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate