03 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 21/03/2005, 00.00

    LIBANO

    Domenica delle Palme, la speranza del Libano poggia sui giovani



    Arcivescovo maronita di Beirut: malgrado le tempeste  il paese  non morirà.

    Beirut (AsiaNews) – Nella Domenica delle Palme i cattolici libanesi hanno pregato per la pace e affidato ai giovani le speranze per il futuro del Libano.  Le celebrazioni sono avvenute in un clima molto teso dopo gli attentati degli ultimi mesi. Il più recente, il 19 marzo scorso: un'autobomba è esplosa nel quartiere a maggioranza cristiana di New Jdeideh (Beirut est) causando 11 feriti.

    L'arcivescovo maronita di Beirut, mons. Paul Matar, ha presieduto la messa delle Palme nella cattedrale maronita di San Giorgio, al centro di Beirut. La celebrazione è stata preceduta da una processione attraverso i quartieri limitrofi. La funzione di quest'anno ha un significato particolare in quanto lo storico edificio religioso si affaccia sulla moschea  Mouhamad El Amin, dove è sepolto Rafic Hariri, l'ex premier assassinato il 14 febbraio scorso. Dall'attentato ad Hariri è partita una forte protesta democratica contro l'occupazione siriana in Libano. Le manifestazioni sono state sostenute dal movimento studentesco. Nella sua omelia l'arcivescovo ha illustrato il significato della festività esortando i fedeli ad un maggior esame di coscienza e al rispetto reciproco. Mons. Matar ha espresso parole di speranza per il futuro del Libano, che non morirà malgrado le tempeste attraversate. L'arcivescovo ha concluso chiedendo ai giovani di essere artefici del nuovo Libano.

    Nella sua omelia il superiore generale dell'Ordine maronita della Beata Maria Vergine, abate Francois Eid, ha usato gli stessi toni positivi. Egli ha indicato la necessità della pace vera, una pace che nasce dall'amore. In questo è centrale il ruolo di Gerusalemme, che deve essere la città della pace e non "della ribellione" come ora. Il superiore generale ha poi sottolineato l'importanza della collaborazione di tutti per una rinascita vera del Libano, da lui affidata ai giovani, artefici di pace e responsabili del loro destino.

    Fiducia nei giovani è stata espressa anche nell'omelia del metropolita greco melkita di Beirut Youssef Kallas. Egli ha apprezzato nei giovani lo sforzo di cercare una riconciliazione senza l'uso della violenza.

    Assente dal Libano, il Patriarca Maronita, card. Nassrallah Sfeir, ha celebrato messa a New York. Per il 22 marzo è previsto il suo rientro dagli Stati Uniti dove la settimana scorsa ha incontrato il presidente americano George W. Bush. (YH)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/03/2005 vaticano
    Il Papa benedice in silenzio i giovani dalla finestra dello studio


    20/03/2005 vaticano
    Card. Ruini: dalla croce di Gesù, energia nuova alla Chiesa e sul volto del Papa

    Per la prima volta in 26 anni, Giovanni Paolo II non partecipa alla celebrazione della Domenica delle Palme coi giovani della Giornata mondiale della Gioventù. Ma il card. Ruini lo indica come testimone della forza della fede nella sofferenza ai giovani presenti.



    04/04/2004 vaticano
    Papa: "Giovani, non abbiate paura di proclamare il vangelo della Croce!"


    17/04/2011 VATICANO
    Papa: Una forza di gravità ci tira verso il basso e il male; Cristo ci solleva all’altezza di Dio
    Benedetto XVI celebra la messa delle Palme, che dà inizio alla Settimana santa. Presenti 50 mila, in maggioranza giovani, come anticipo della Giornata mondiale della gioventù, in programma a Madrid (16-21 agosto). L’umanità è salita verso l’alto, ha potuto realizzare tante cose, ma “anche le possibilità del male sono aumentate e si pongono come tempeste minacciose sopra la storia”. “Gesù Cristo …, da Dio, è disceso verso di noi e, nel suo amore crocifisso, ci prende per mano e ci conduce in alto”.

    16/03/2008 VATICANO
    Papa: Seguiamo Gesù, il nuovo Tempio, con cuore giovane, libero da pregiudizi e interessi
    Davanti a decine di migliaia di giovani radunati per la Giornata della gioventù, prima di Sydney 2008, Benedetto XVI chiede ai cristiani di non farsi dominare dagli “affari” e dalla “idolatria”, per avvicinare anche i non cristiani alla fede con il servizio e l'amore. Alla preghiera universale, la prima è in cinese.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa Francesco ai giovani: L’amore “concreto”, non da telenovela, è la carta d’identità dei cristiani



    Nel Giubileo dei ragazzi e ragazze, papa Francesco pronuncia un’omelia fatta di domande e risposte ai 70mila presenti.  I grandi ideali dell’amore come dono di sé, l’affettività come “voler bene senza possedere”; la libertà come “dono di poter scegliere il bene”. “Guai a un giovane che non osa sognare. Se uno alla vostra età non sogna, se n’è già andato in pensione!”. Le offerte raccolte per l’Ucraina. L’appello per i vescovi e i sacerdoti rapiti in Siria.


    IRAN
    La strana alleanza fra gli Stati Uniti e i fondamentalisti iraniani

    Bernardo Cervellera

    Washington blocca ancora l’uso del dollaro nelle transazioni bancarie, fermando i nuovi contratti economici stabiliti dopo l’accordo sul nucleare. Gli Usa sembrano dare man forte a Khamenei e alle guardie della rivoluzione, che vogliono affossare l’accordo per mantenere il potere. La popolazione sopravvive con i doppi e tripli lavori. L’Iran instabile e bellicoso accresce la vendita di armi. Il reportage.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®