2 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 04/04/2005
india - vaticano
L'India piange il papa che ha beatificato Madre Teresa e onorato Gandhi
di Nirmala Carvalho

New Delhi (AsiaNews) – "Al crepuscolo della sua esistenza ha detto al mondo che la vita è degna di essere vissuta anche nella sofferenza". Con queste parole mons. Vincent Concessao, arcivescovo di Delhi, ricorda la figura di Giovanni Paolo II. Tutta la Chiesa indiana piange il pontefice: "Il Santo Padre", ha aggiunto mons. Concessao "è stata una persona straordinaria grazie al suo amore per Dio e per l'uomo".

"L'insegnamento più grande che lascia alla Chiesa" -  afferma mons. Percival Fernandez, segretario della Conferenza episcopale indiana (CBCI) - "è averla spinta al vangelo che afferma che solo amandoci gli uni gli altri si ama davvero Dio". Il papa, secondo mons. Fernandez, sarà sempre ricordato "per la sua preoccupazione verso la vita umana e la persona". Il pontefice consegna ai cattolici anche un esempio di dialogo interreligioso perché "si è impegnato in prima persona nelle relazioni con persone di altre fedi".

Il papa – secondo mons. Fernandez - ha capito la "lotta" della chiesa indiana contro la "violenza fondamentalista di estremisti indù". "Sull'esempio del vangelo egli ci ha ricordato di amare e di pregare per coloro che ci perseguitano".

Padre Babu Joseph, portavoce della CBCI, ricorda i viaggi del papa in India del 1986 e 1999: "Viaggiò molto in tutto il paese e sottolineò i valori tradizioni e diversi della nostra cultura". In quella visita il papa "si fece amare da tutti gli indiani, anche ai milioni di non cristiani, quando onorò Gandhi, il padre della nostra patria, ricordando la sua lotta nonviolenta per la libertà dell'India.

"C'è un profondo senso di dolore in tutta la nazione – afferma p. Joseph - Il grande amore e interesse del Santo Padre per la nostra nazione lo hanno reso caro a tutto il popolo indiano. Tutti sentono di aver perso una persona vicina".

Il capo dello stato Abdul Kalam ricorda il papa come colui che "ha lavorato senza posa per la pace nel mondo e per un ordine internazionale basato sull'uguaglianza e la giustizia". "Giovanni Paolo II si è reso caro al popolo indiano" afferma il premier Manmohan Singh "anzitutto iniziando il processo di canonizzazione di Madre Teresa".


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
13/04/2005 turchia - vaticano
Turchia, saluto ecumenico e interreligioso a Giovanni Paolo II
di Mavi Zambak
03/04/2005 india - vaticano
Suor Nirmala: il Papa e Madre Teresa, una visione comune sul mondo e la vita
di Nirmala Carvalho
31/03/2006 giovanni paolo ii - vaticano
Benedetto XVI ed il mondo intero ricordano la morte di Giovanni Paolo II
04/04/2005 india - viaggi in asia - scheda
India 1986: con Madre Teresa il papa serve il pranzo ai poveri di Calcutta
08/04/2005 vaticano
La morte di Wojtyla e il seme della promessa
di Bernardo Cervellera
Articoli del dossier
COREA DEL SUD – COREA DEL NORD – VATICANO
L'eredità del papa per le due Coree
turchia - vaticano
Turchia, saluto ecumenico e interreligioso a Giovanni Paolo II
vaticano
Papa: 3 milioni di persone a Roma nei giorni del lutto
RUSSIA - VATICANO
I cattolici russi raccolgano gli sforzi del papa
giordania - vaticano
Giordania, l'omaggio al papa "di tutti i popoli"
IRAQ - VATICANO
Papa, esempio di umiltà per la comunità cristiana irachena
Corea del Nord – Vaticano
Pyongyang, celebrata una messa per il papa
asia - vaticano
In tutta l'Asia preghiera e commozione per i funerali del papa
vaticano
Un milione di persone ai funerali di Giovanni Paolo II
VATICANO
Roma: tutto pronto per i funerali di Giovanni Paolo II
VATICANO - ASIA
A San Pietro l'Asia unita saluta il papa
vaticano - CINA
L'amore del papa farà sbocciare "una primavera per la chiesa in Cina"
vaticano - filippine
Mons. Capalla: Cultura della vita e passione missionaria, l'eredità del papa per le Filippine
vaticano - cina
Elegia per un Papa che ama la Cina
vaticano
Papa, milioni di persone in fila per il papa
COREA DEL NORD-VATICANO
Corea del Nord: condoglianze per la morte del papa
vaticano - kazakistan
Kazaki, "commozione e orgoglio" per il papa
BANGLADESH - VATICANO
Papa "mistico e missionario" tocca i cuori dei musulmani in Bangladesh
COREA DEL SUD - VATICANO
Corea del Sud, il papa missionario "grande amico" di tutti coreani
Taiwan – Vaticano - Cina
Il presidente taiwanese Chen Shuibian ai funerali del Papa
siria - vaticano
Patriarca di Damasco: il papa, "nuovo Giovanni Battista"
PAKISTAN - VATICANO
Papa, figura "indelebile" per cristiani e musulmani in Pakistan
PAKISTAN - VATICANO
Vescovo di Karachi: l'eredità del papa è il suo messaggio di pace
thailandia - vaticano
Monaco buddista di Bangkok: il papa, "un'ispirazione alla Perfezione"
INDONESIA-VATICANO
Gus Dur: Giovanni Paolo II "incessante promotore della pace"
vietnam - vaticano
Papa, omaggio dal Vietnam che non lo ha voluto
INDONESIA - VATICANO
L'Indonesia ricorda il papa "missionario" del dialogo
LIBANO - VATICANO
Card. Sfeir e Lahoud a Roma per i funerali del papa
SIRIA - VATICANO
Siria: Assad conferma la partecipazione ai funerali del papa
Cina – Vaticano
A Pechino condoglianze per il papa e nuovi arresti di vescovi e preti
IRAQ - VATICANO
Vescovo di Mosul: "dal Paradiso il papa continuerà a pregare per l'Iraq"
LIBANO - VATICANO
Papa, il Libano piange lo "strenuo difensore del paese dei cedri"
ISRAELE – PALESTINA – TERRA SANTA
Mons. Sabbah: Papa sempre vicino alle sofferenze dei popoli di Terra Santa
TIBET - VATICANO
Lutto del Dalai Lama per il papa, "una vera personalità spirituale"
india - vaticano
Suor Nirmala: il Papa e Madre Teresa, una visione comune sul mondo e la vita
HONG KONG - CINA - VATICANO
Mons. Zen: Un grande dispiacere del papa, non poter visitare la Cina
giappone - vaticano
Giappone, il papa ricordato come "un papà"

In evidenza
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.
IRAQ-ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del Patriarca Louis Sako; le preoccupazioni del vescovo del Kurdistan
di Bernardo CervelleraIl capo della Chiesa caldea ringrazia per la campagna di AsiaNews e spera che "questa catena di solidarietà si allunghi". Aiutare i profughi a rimanere in Iraq. Ma molti vogliono fuggire all'estero. Il vescovo di Amadiyah, che ha accolto migliaia di sfollati nelle chiese e nelle case: Aiutiamo anche arabi (musulmani) e yazidi, in modo gratuito e senza guardare alle differenze confessionali.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate