01 Ottobre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 06/04/2005, 00.00

    Taiwan – Vaticano - Cina

    Il presidente taiwanese Chen Shuibian ai funerali del Papa



    Taipei (AsiaNews) – Il presidente taiwanese Chen Shuibian ha deciso di giungere a Roma per partecipare ai funerali di Giovanni Paolo II. Fonti di AsiaNews hanno affermato che il presidente sta pianificando la sua venuta con un volo charter per giungere entro venerdì mattina. Non sono però noti tutti i dettagli. Michel Lu, portavoce del ministero degli esteri, ha dichiarato che i particolari saranno resi noti nella serata di oggi  e che i legami fra Taiwan e il Vaticano "rimangono intatti".

    La presenza di Chen Shuibian a Roma, in mezzo a 200 capi di stato, può essere una sconfitta diplomatica per Pechino che si trova ad  essere fra i pochi stati che non hanno rapporti con la Santa Sede, assente da quello che forse è considerato il funerale del millennio.

    Ieri alcune agenzie hanno diffuso una dichiarazione di mons. Joseph Zen, vescovo di Hong Kong, secondo cui la Santa Sede è pronta a rompere le relazioni diplomatiche con Taiwan e aprire rapporti con la Cina. Mons. Zen ha anche detto che in cambio la Cina dovrebbe garantire alla Chiesa la piena libertà religiosa e la libertà per il Vaticano di nominare i suoi vescovi.

    Personalità vaticane ad Hong Kong hanno affermato al South China Morning Post  che "Mons. Zen ha ripetuto quanto detto da altri prima di lui".  Nel 1999 il card. Angelo Sodano aveva detto che Roma era pronta da subito "a fare le valigie" per andare a Pechino.

    La Cina ripete da decenni che le condizioni per iniziare il dialogo fra Roma e Pechino sono la rottura delle relazioni con Taiwan e la non intromissione negli affari religiosi interni della Cina. Fra gli "affari interni" la Cina mette anche le nomine dei vescovi, una condizione che il Vaticano e gli stessi vescovi cinesi non accettano.

    In questi giorni la Cina sta inviando messaggi contraddittori verso il Vaticano. Pur avendo fatto dichiarazioni di condoglianze al Vaticano attraverso dei giornalisti, negli stessi giorni ha incrementato controlli e arresti contro la Chiesa sotterranea, che si sottrae alla supervisione del governo ed è ritenuta "illegale" da Pechino.

    Taiwan è riconosciuta solo da 25 stati nel mondo. Il Vaticano è l'unico stato europeo con cui l'isola ha rapporti diplomatici. Molti stati dell'Europa, grazie a piccoli accorgimenti burocratici, hanno ampie relazioni economiche e commerciali con Taipei.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/04/2005 Corea del Nord – Vaticano
    Pyongyang, celebrata una messa per il papa


    03/04/2005 HONG KONG - CINA - VATICANO
    Mons. Zen: Un grande dispiacere del papa, non poter visitare la Cina

    "Possa la tua sofferenza sul letto di morte compiere la grazia che il popolo cinese conosca Gesù Cristo"



    11/04/2005 CINA-VATICANO-HONG KONG
    Le relazioni sino-vaticane dopo la morte del papa


    05/04/2005 vietnam - vaticano
    Papa, omaggio dal Vietnam che non lo ha voluto


    08/04/2005 vaticano
    Card. Ratzinger: L'amore di Cristo, forza dominante del nostro amato Santo Padre

    Di seguito il testo dell'omelia del card. Ratzinger alle esequie di Giovanni Paolo II.





    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®