Skin ADV
09 Febbraio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 21/04/2005, 00.00

    INDIA-VATICANO

    Sr. Nirmala: Madre Teresa sarà santa con Benedetto XVI

    Nirmala Carvalho

    Kolkata (AsiaNews) – Sono certa che Madre Teresa riceverà la santità dalle mani di Benedetto XVI. E' quanto ha detto Sr. Nirmala - Superiora generale delle Missionarie della carità – commentando per AsiaNews l'elezione del Santo Padre.

    Suor Nirmala è fiduciosa che il processo di canonizzazione di Madre Teresa si concluderà in questo pontificato. "Il nuovo papa – spiega - ha conosciuto Madre Teresa personalmente. Sono certa che, dopo il secondo miracolo, la madre fondatrice sarà santa".

    Dell'elezione del nuovo pontefice ha detto: "il nuovo papa è un uomo santo, e noi siamo molto felici della sua elezione. Non siamo dispiaciute che non sia stato eletto un indiano, perché è Dio che ha guidato i cardinali nel voto". Appena saputo della nomina, la Superiora generale ha riunito le sue sorelle ed i fedeli. "Abbiamo celebrato nella Casa generale una speciale messa di ringraziamento per la sua elezione – dice - ed abbiamo pregato per lui ancora nel pomeriggio". Al di fuori della sala delle preghiere, nella Casa generale, vi è una lavagna sulla quale le suore hanno scritto: "Congratulazioni al nostro carissimo nuovo Santo Padre, Benedetto XVI".

    Suor Nirmala si dice "sicura che il Vaticano continuerà ad inviare amore e benedizioni alle Missionarie della carità". La religiosa, che si era trattenuta a Roma durante la malattia di Giovanni Paolo II e aveva partecipato ai suoi funerali, non potrà tornare in Vaticano per la Messa inaugurale del pontificato di Benedetto XVI. Ha comunque assicurato la presenza delle missionarie della carità presenti a Roma.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/06/2004 india
    Suor Nirmala predica la pace nel tormentato Tripura


    23/06/2015 INDIA
    Morta suor Nirmala Joshi, ha guidato le Missionarie della Carità dopo Madre Teresa
    La religiosa, 81 anni, si è spenta in seguito a un’insufficienza renale, aggravata da anni di problemi cardiaci. Il funerale è previsto domani nella casa madre a Calcutta. Nata da una famiglia indù, dopo la conversione al cattolicesimo e l’ingresso nella congregazione ha aperto il ramo contemplativo delle suore di Madre Teresa.

    03/10/2005 Cina - Vaticano - India
    Le suore di Madre Teresa attendono da Pechino il permesso di aprire una casa in Cina


    24/06/2015 INDIA – NEPAL
    Card. Gracias: Addio a suor Nirmala, semplice e illuminata dalla fede
    Milioni di persone in India e in Nepal salutano l’erede di Madre Teresa, morta ieri a Calcutta. Oggi i funerali. L’arcivescovo di Mumbai ad AsiaNews: “Le sue preghiere quotidiane sono state un sostegno per me e per la Chiesa dell’India e dell’Asia”. Il ricordo delle sorelle ancora in vita e il saluto di Kathmandu, da cui proveniva la sua famiglia.

    25/06/2015 INDIA
    Calcutta: politici e “i più poveri tra i poveri” insieme, per l’ultimo saluto a suor Nirmala
    Oltre 3mila persone da ogni parte del mondo erano presenti ai funerali della religiosa, prima superiora delle Missionarie della Carità dopo Madre Teresa. Un ospite della casa per malati e moribondi: “Non piango, perché ha vissuto una vita piena e ha fatto la sua parte per il bene dell’umanità”.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Intervista al Papa sulla Cina: entusiasmo e scetticismo fra i cattolici cinesi. Alcuni sacerdoti sotto il torchio della polizia

    Maria Chen

    Giornali e radio di Stato hanno dato notizia dell’intervista di papa Francesco ad Asia Times. Vi è chi sogna che il pontefice possa visitare la Cina al più presto. Sacerdoti sotterranei sotto interrogatorio. Apprezzamenti per “il ramo d’ulivo” teso dal pontefice e per aver sottolineato il valore della cultura cinese. Ma si è scettici verso la risposta della leadership di Pechino. Il dialogo fra Cina e Vaticano non porta a risultati perché vi sono interessi diversi: politici e religiosi. Non avere fretta di stabilire relazioni diplomatiche per non sacrificare la libertà della Chiesa e il sacrificio dei suoi martiri. La Chiesa cinese è in crescita.


    VATICANO-CINA
    Papa Francesco ridice il suo amore alla Cina e a Xi Jinping



    Il pontefice elogia la “saggezza” e la “grandezza” della Cina e fa gli auguri a Xi Jinping per il Nuovo Anno cinese della Scimmia. Non bisogna “temere” la Cina, ma entrare in dialogo con essa per mantenere la pace nel mondo. Avere “misericordia” per il recente passato del Paese e “andare avanti” per cambiare la realtà. Nell’intervista, per scelta del giornalista, non si parla dei dialoghi fra Vaticano e Cina o di temi religiosi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    Terra Santa Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®