27 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 21/04/2005, 00.00

    HONG KONG-VATICANO

    Mons. Zen: il nuovo papa, strenuo difensore dell'integrità della fede



    Hong Kong (AsiaNews) – Mons. Joseph Zen, vescovo di Hong Kong, ha scritto un messaggio di felicitazioni per la nomina del nuovo pontefice Benedetto XVI. Il vescovo mette in guardia la società dal relativismo, "il più grave problema del mondo moderno".Questo il testo completo:

    Alleluia!

    Abbiamo pregato con grande fede che lo Spirito Santo potesse ispirare i cardinali a scegliere un papa secondo la volontà di Dio. E il fatto che il conclave dei cardinali sia stato capace di raggiungere un consenso così rapidamente ha solamente aggiunto sorpresa alla gioia.

    I nostri cuori sono pronti a dare il benvenuto a qualunque nuovo papa, senza distinzione per la sua nazionalità, età o passato, perché nella nostra fede lui è il Vicario di Gesù Cristo sulla terra.

    Ma ora, con l'elezione del card. Joseph Ratzinger a papa Benedetto XVI, io credo che abbiamo una ragione speciale per essere felici. Come prefetto della Congregazione della dottrina della fede, il card. Ratzinger è stato, per molti anni, il braccio destro di Giovanni Paolo II nella strenua difesa dell'integrità della fede e della verità. I cardinali, nell'eleggere il cardinal Ratzinger, hanno voluto solennemente riaffermare la loro gratitudine per la leadership di Giovanni Paolo II. Hanno voluto anche solennemente riaffermare il loro desiderio che la Chiesa possa marciare nella stessa direzione in cui lui ci ha guidato. 

    Il più grave problema nel mondo di oggi è il relativismo. La gente scende a patti con  la fede e la verità secondo i principi dell'economia di mercato e della maggioranza. Noi speriamo che Benedetto XVI continui a disperdere le avvolgenti nuvole dell'errore e permetta allo splendore della verità di brillare su di noi.

    "Signore, tu hai parole di vita eterna, da chi altro noi dovremmo andare?" (Giovanni 6:68)

    Jospeh Zen Ze-kiun
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/04/2005 INDIA-VATICANO
    Vescovi indiani: la fede profonda di Ratzinger per la sete di Dio nei giovani

    Commenti entusiasti di vescovi e teologi per l'elezione di Benedetto XVI: un' ottima notizia che aiuterà il dialogo con le religioni. Il desiderio diffuso di spiritualità ha bisogno di direzioni chiare.



    26/05/2006 POLONIA - VATICANO
    Papa: nel ricordo di quanto fece Wojtyla non si può accettare il relativismo

    Dalla stessa piazza di Varsavia da dove Giovanni Paolo II lanciò la rinascita polacca, Benedetto XVI ha messo in guardia da "persone o ambienti" che "vorrebbero falsificare la parola di Cristo e togliere dal Vangelo le verità, secondo loro, troppo scomode per l'uomo moderno".



    22/04/2005 COREA DEL SUD-VATICANO
    Card. Kim: "il Papa conosce ed è conosciuto nel nostro Paese"
    Vuole chiedere a Benedetto XVI un secondo cardinale coreano, che aiuti ad evangelizzare il Nord.

    20/04/2005 Vaticano
    Benedetto XVI: Attuare il Concilio nella società globalizzata


    11/04/2005 CINA-VATICANO-HONG KONG
    Le relazioni sino-vaticane dopo la morte del papa




    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®