1 Agosto 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 19/09/2006
PALESTINA - VATICANO
Palestina: guardie armate nelle chiese di Betlemme, ma i cristiani sono a fianco del papa

Dopo gli attacchi a Gaza e Cisgiordania seguiti al discorso del papa in Germania, forti misure di sicurezza intorno ad obiettivi sensibili. Cristiani palestinesi affermano che Benedetto XVI non ha bisogno di scusarsi, tutt'al più solo di chiarire. Ma intanto, per paura, c'è chi nasconde le foto del pontefice.



Betlemme (AsiaNews) - I cristiani in Palestina, difendono il papa dopo le dure polemiche internazionali sul suo intervento all'Università di Regensburg. Da questa terra, emblema della convivenza tra Islam e Cristianesimo, AsiaNews ha raccolto diverse voci tra le due comunità, che per motivi di sicurezza chiedono, però, l'anonimato. C'è chi parla a favore di Benedetto XVI, che "non deve scuse a nessuno, forse piuttosto solo chiarimenti" e chi pur comprendendo il fraintendimento creatosi sul discorso del 12 settembre in Germania, teme un aumento delle tensioni con i musulmani. Tra i fedeli dell'Islam, invece, la sensazione più diffusa è l'"incredulità" per le parole "fuoriluogo" di un così "importante leader religioso".

Dopo gli attacchi dello scorso fine settimana alle chiese cristiane di Gaza e Cisgiordania, l'Autorità palestinese ha innalzato il livello di sicurezza intorno agli edifici di culto. Guardie armate sorvegliano in modo particolare le chiese di Betlemme. Dal 17 settembre, riferiscono le fonti, finora non si sono verificate altre violenze né contro chiese, né contro proprietà di cristiani. Questi "continuano la loro vita": si va a messa, si prega, ma alcuni per il momento "hanno preferito nascondere le foto di Benedetto XVI, che avevano in casa".

La paura infatti esiste, ma anche l'irritazione di diversi cristiani per alcune posizioni all'interno della comunità "troppo critiche nei confronti del papa". "In molti - riferisce una fonte laica – chiediamo più unità tra i cristiani in sostegno del pontefice: pensiamo che non ci sia nulla di cui scusarsi, ma solo probabilmente dei punti da chiarire e forse domani, all'udienza generale Benedetto XVI, tornerà sull'argomento".

E proprio di "ulteriori spiegazioni" sembrano aver bisogno i fedeli islamici. Tra i musulmani, "anche i più moderati" circola una generale "incredulità" per le parole "fuoriluogo" di una figura religiosa "così importante", che "non poteva non conoscere bene la sensibilità islamica in materia di Maometto e Corano".

A favore del pontefice si è espresso il patriarca latino di Gerusalemme, Michel Sabbah, ospite domenica scorsa della locale tv cristiana, Al-Mahed. In un intervento di 35 minuti il patriarca ha difeso il papa "in modo forte" – dice chi ha assistito al programma – e ha chiesto alla comunità musulmana di reagire "in modo logico e non irrazionale" al discorso di Regensburg.

Sabbah ha poi invocato il dialogo tra leader cristiani e musulmani chiedendo di evitare violenze e scontri nella società. Ha chiesto inoltre all'Europa più coraggio invitandola a non aver paura dell'Islam. E l'appello sembra non essere caduto nel vuoto. Riferendosi alla tensione legata al discorso del papa, ieri l'Unione Europea, attraverso il  portavoce del commissario Barroso, ha definito "inaccettabile qualunque reazione sproporzionata e contraria alla libertà di espressione".


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
02/10/2006 PAKISTAN - VATICANO
Musulmani in Pakistan: "Rispettiamo il Papa, il suo discorso è stato strumentalizzato"
20/09/2006 PAKISTAN - VATICANO
In Pakistan cristiani e musulmani studiano insieme il testo del discorso del Papa
di Qaiser Felix
19/09/2006 ISLAM - VATICANO
Nell'islam in "collera" contro il Papa si moltiplicano gli inviti al dialogo
26/09/2006 ISLAM-VATICANO
Il Papa con gli ambasciatori: molti "bene" e qualche "ma" dal mondo islamico
20/09/2006 FILIPPINE – ISLAM
Fede sincera e dialogo, uniche vie per la pace fra cristiani e musulmani
Articoli del dossier
VATICANO - GERMANIA
Papa: Fede e ragione per sfuggire alla violenza e al suicidio dell' Illuminismo
vaticano - islam
Il discorso del papa, una mano tesa all'Islam perché non affoghi
INDIA
Mumbai, "inutile e manipolata" la polemica sul Papa e l'Islam
VATICANO
Vaticano: "Papa preoccupato solo dalla motivazione religiosa della violenza"
turchia - vaticano
Vicario dell'Anatolia: Le parole del Papa strumentalizzate dai nazionalisti islamici
TURCHIA-VATICANO
Nazionalisti islamici turchi in campo contro la visita di Benedetto XVI
ISLAM – VATICANO
Il mondo islamico tra pretese di scuse e richieste di chiarimenti per le parole di Benedetto XVI
INDIA
Card. Toppo: "Verità, coraggio e preghiera di fronte alle proteste islamiche"
islam - vaticano
Colpite due chiese a Nablus. Continuano le critiche dei paesi islamici al papa
vaticano - islam
Il Papa dispiaciuto, riafferma la stima per l'Islam e il rifiuto della violenza
turchia - vaticano
A rischio il viaggio del papa in una Turchia che perde sempre più la sua laicità
VATICANO – ISLAM
Papa: "vivamente rammaricato" per reazione islamici, ma io non li ho offesi
islam - vaticano
Prime voci equilibrate nel coro di critiche e violenze al discorso del Papa
iran - vaticano
A Teheran non tutti seguono gli ayatollah nel criticare il papa
INDIA
Leader musulmani indiani: "Grande gesto di pace da parte del Papa"
PAKISTAN
Vescovi pakistani : "Il Papa desidera solo armonia fra le religioni"
TURCHIA – VATICANO
I vescovi turchi confermano, il viaggio di Benedetto XVI si farà
Libano
In Libano, voci moderate invitano a leggere ciò che veramente ha detto il Papa
VATICANO - ISLAM
Il papa e il terrorismo d'oriente e d'occidente
ISLAM – VATICANO
Ma per l'Islam radicale le spiegazioni del Papa non bastano
Islam – Israele
Importa al mondo musulmano l'opinione del papa cristiano sull'Islam
ISLAM - VATICANO
Nell'islam in "collera" contro il Papa si moltiplicano gli inviti al dialogo
SIRIA - VATICANO
Il gran muftì di Siria giudica "più che sufficiente" la spiegazione data dal Papa
PAKISTAN - VATICANO
In Pakistan cristiani e musulmani studiano insieme il testo del discorso del Papa
FILIPPINE – ISLAM
Fede sincera e dialogo, uniche vie per la pace fra cristiani e musulmani
VATICANO-ISLAM
Papa: sull'islam sono stato frainteso, ora divenga occasione di dialogo
LIBANO - VATICANO
Per la Giornata della pace, i vescovi libanesi invitano a superare le polemiche sul Papa
IRAN - VATICANO
Ahmadinejad proclama rispetto per il Papa, ma in Iran c'è una strana coalizione anti-cattolica
VATICANO-ISLAM
Il Papa si prepara a incontrare gli ambasciatori di tutti i Paesi islamici
VATICANO
Papa: suor Leonella Sgorbati autentica testimone cristiana
BANGLADESH - VATICANO
I vescovi del Bangladesh difendono il papa "frainteso"
iraq - vaticano
Musulmani radicali contro il papa: attentati a due chiese a Mosul e Baghdad
ISLAM-VATICANO
Il Papa con gli ambasciatori: molti "bene" e qualche "ma" dal mondo islamico
FILIPPINE
Manila, deputato musulmano invita "a capire il Papa, non criticarlo"
VATICANO – ISLAM
Papa: "una necessità vitale" il dialogo tra cristiani e musulmani

In evidenza
CINA
Wenzhou, anche la Chiesa non ufficiale contro le demolizioni. La diocesi in digiuno
di Joseph YuanDopo la marcia del 90enne vescovo ufficiale mons. Vincent Zhu Weifang, il coadiutore mons. Peter Shao Zhumin e tutto il clero non ufficiale pubblicano una lettera aperta in cui chiedono di fermare la campagna di demolizione delle croci. Un appello ai cattolici “della Cina e del mondo intero” affinché si uniscano alla protesta, a sostegno della Chiesa cinese. Persino un vescovo illecito manifesta solidarietà con il clero del Zhejiang, contro gli atti del governo.
CINA
Wenzhou: Vescovo 90enne e 26 preti manifestano contro la demolizione delle croci
di Joseph YuanNon è la prima volta che l'anziano vescovo e i suoi sacerdoti si esprimono contro la campagna di demolizione di croci e chiese, che ha colpito oltre 400 edifici. La polizia ha cercato di disperderli e il gruppo ha presentato una petizione. La coroncina della Divina Misericordia a sostegno della Chiesa cinese. Entro il 31 agosto verranno abbattute le croci delle chiese nella zona di Lishui.
ISRAELE-IRAN
Dopo l’accordo sul nucleare, Israele dovrebbe diventare il miglior alleato dell’Iran
di Uri AvneryE’ la tesi del grande statista e pacifista Uri Avnery, leader del gruppo Gush Shalom, sostenitore della pace fra israeliani e palestinesi. Secondo Avnery, l’Iran desidera solo essere una potenza regionale e del mondo islamico, capace di commerciare con tutti, grazie alla sua raffinata e millenaria esperienza. Di fronte, rivolti al passato, vi sono le monarchie e gli emirati del Golfo. L’Iran può essere un ottimo alleato contro Daesh. Gli abbagli di Netanyahu e dei politici e media israeliani. (Traduzione dall’inglese di AsiaNews).

Dossier


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate