18 Dicembre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 02/07/2007
CINA – VATICANO
Misurate, ma scontate, le reazioni della Cina alla Lettera del Papa
Il governo ha ribadito per l’ennesima volta le due pre-condizioni necessarie all’inizio del dialogo diplomatico (non ingerenza negli affari della Cina e rottura con Taiwan), ma non ha intrapreso la linea dura, come avvenne dopo la canonizzazione dei martiri cinesi. La Chiesa non ufficiale esulta, mentre quella ufficiale subisce in questi giorni un controllo durissimo e, di conseguenza, si muove con molta cautela.

Roma (AsiaNews) –  Impaccio e scontatezza nelle rezioni del governo alla Lettera del papa rivolta ai cattolici cinesi. C'è invece molto entusiasmo fra i fedeli della Chiesa ufficiale e sotterranea. Non vi è ancora un commento pubblico da parte dei vescovi ufficiali.
Le reazioni del mondo cinese, cattolico e non, alla Lettera del Papa indirizzata al clero ed ai fedeli della Repubblica popolare si sono distinte per la loro varietà, anche se tutte erano abbastanza prevedibili. la comunità cattolica ufficiale e non ufficiale ha espresso entusiasmo e rinnovata fedeltà alla Santa Sede mentre i vescovi ufficiali, forse per il forte controllo degli organismi statali preposti alle questioni religiose, si è mossa con molta cautela.
 
A poche ore dalla pubblicazione della Lettera di Benedetto XVI, che con “verità e amore” parla dell’unità della Chiesa cinese e delle necessarie garanzie di libertà religiosa, il Ministero degli Esteri a Pechino ha diffuso un laconico comunicato che, senza prendere in esame quella che è stata definita una delle più belle lettere inviate da un papa ai fedeli della Cina, ha soltanto espresso l’auspicio che il Vaticano non frapponga “nuovi ostacoli” al dialogo sino-vaticano. La nota sottolinea ancora una volta le due pre-condizioni necessarie all’inizio del dialogo diplomatico (non ingerenza negli affari interni sotto il manto della religione; e la  rottura dei rapporti diplomatici con Taiwan).
 
Gli esperti fanno notare che questo modo “discreto” di muoversi è già un passo avanti. In passato, infatti, si sono verificate reazioni ben più dure ad iniziative vaticane che guardavano alla Cina. L’esempio più calzante è la canonizzazione dei martiri cinesi avvenuta nel 2000: prima e dopo l’evento, Pechino ha lanciato una violenta campagna di accuse al Vaticano, di offese personali al papa, con arresti di vescovi clandestini e “messa in riga” dei vescovi ufficiali. La “tranquilla” e scontata risposta (con le solite due pre-condizioni che da 20 anni vengono ripetute) mostra per lo meno un certo impaccio da parte del governo di fronte alle richieste "irrinunciabili" del pontefice sulle nomine dei vescovi e uno spazio di reale libertà religiosa.
 
Come è noto, già 10 giorni prima della pubblicazione, il testo della Lettera era giunto sul tavolo del governo cinese, come segno di “cortesia” della Santa Sede. Una reazione discreta, secondo alcuni esperti, è segno di divisione nella leadership, fra chi vorrebbe modernizzare il Paese e chi vuole mantenerlo allo stadio stalinista, con una Chiesa controllata.
Già in passato si era registrata una differenza di vedute fra il Ministero degli Esteri e l'Ufficio affari religiosi. Mentre il governo risponde con toni morbidi, proprio in occasione della pubblicazione della Lettera papale – il 28 e il 29 giugno - il Fronte Unito – un organismo che opera all’ombra del Partito comunista per l’attuazione della politica religiosa del governo – ha radunato a Huairou (vicino a Pechino) la maggioranza dei vescovi ufficiali, esigendo da loro “molta calma” nel giudicare la lettera del Papa.
 
All’incontro del Fronte Unito era presente anche Ye Xiaowen, direttore dell’Ufficio Affari religiosi. A lui si deve la frase: “Vi abbiamo servito il maotai [liquore nazionale cinese, considerato uno dei migliori al mondo ndr]. Dopo averlo bevuto, non avete alcun bisogno di liquori stranieri”. Questo, proprio per sottolineare l’importanza di riaffermare il progetto di una Chiesa nazionale e indipendente, rifiutata dal Papa come contraria alla dottrina cattolica.
 
Fra i fedeli ufficiali e sotterranei c'è però  molta gioia: “Non vogliono che mostriamo il nostro entusiasmo e la nostra unità col papa” ha commentato per AsiaNews un fedele di Pechino. “Noi siamo felici per questa Lettera e siamo felici che il Papa abbia condannato in modo esplicito l’Associazione patriottica [AP, organismo di controllo della Chiesa voluto da Mao in persona, composto da laici spesso neanche cattolici ndr]”.
 
Fra i temi che più interessano i laici sono le sottolineature sulla famiglia, ma anche la revoca dei poteri straordinari a vescovi e sacerdoti (sotterranei), come anche la richiesta a tutti i vescovi di creare le strutture diocesane necessarie e tipiche della Chiesa cattolica : curia, consigli pastorali, ecc..
 
Per smorzare gli entusiasmi di laici e vescovi, il leader nazionale dell’Associazione Patriottica, il laico Liu Bainian, ha decretato che l’Ap non distribuirà la Lettera del papa in Cina. Questo rende difficile alla Chiesa il poterlo fare da sé per il controllo esistente sulle pubblicazioni religiose, la cui distribuzione deve avere il permesso del governo. Liu ha detto che i cattolici possono “scaricare da internet il contenuto della lettera”. Ma proprio in questi giorni il sito del Vaticano ha difficoltà ad aprirsi sui computer cinesi.
 
Finora non è giunto alcun commento pubblico da parte di vescovi ufficiali, forse impauriti dalla presa di posizione del papa nel rifiuto categorico del controllo sulla Chiesa da parte dell’AP.

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
03/07/2007 CINA – VATICANO
Pechino elimina dal web la Lettera del Papa alla Chiesa cinese
01/07/2007 CINA – VATICANO
Mons. Jia Zhiguo: Troppa ingerenza di stato e ateismo sulla Chiesa in Cina
di Lin Deshi
22/02/2010 VATICANO - CINA
Mons. Nugent, "delegato" per la Cina: Vorrei visitare ogni vescovo in comunione col papa
di Annie Lam
21/10/2010 CINA - VATICANO
Forse una trappola di Pechino il viaggio del card. Zen a Shanghai
di Card. Joseph Zen Zekiun, sdb
25/05/2009 CINA – VATICANO
Sotto controllo la Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina. La Lettera del papa è oscurata
Articoli del dossier
VATICANO
Il beato Giovanni Paolo II e la nostra missione
VATICANO
Papa: Giovanni Paolo II è beato per la sua fede, forte e generosa, apostolica
VATICANO – ISLAM
Giovanni Paolo II e i musulmani
PAKISTAN
L’educazione, più dell’economia, fermerà la “talebanizzazione” del Pakistan
PAKISTAN
Arcivescovo di Lahore: ripensare i programmi scolastici, all’insegna della parità di diritti
PAKISTAN
Giornalista musulmano: contro l’estremismo, scuola pubblica sul modello di istituti cristiani
PAKISTAN
Paul Bhatti: una “mafia” impedisce stabilità e migliore educazione
PAKISTAN
Educazione in Pakistan: le cifre dell’emergenza (scheda)
VATICANO - M. ORIENTE
Papa: Il Sinodo per sostenere le Chiese del Medio Oriente e la missione universale
ASIA
L’esempio di Madre Teresa: scienza e sapienza per il nostro tempo
VATICANO-CIPRO-MEDIO ORIENTE
Papa: il Sinodo rinforzi la solidarietà tra e verso i cristiani del Medio Oriente
VATICANO - M.ORIENTE
P. Samir: Cristiani uniti, il piccolo gregge e la speranza del Medio Oriente
FILIPPINE
Manila: pellegrinaggio “virtuale” alle 7 chiese, per meditare sulle sofferenze di Cristo
PAKISTAN
Pasqua in Pakistan: la “fede incrollabile” più forte della paura
CINA
Cattolici dello Yunnan e del Guizhou: Pasqua nella siccità e con pericoli di incendi
VATICANO
Papa: vivere intensamente la Settimana santa, per orientare la vita a Gesù
INDIA
Card. Gracias: I battesimi di Pasqua e il diritto alla conversione in India
VIETNAM
Per padre Ngo Phuc Hau “fare missione è portare a tutti l’amore di Dio”
VATICANO
Papa: la Quaresima, un appello a “invertire la marcia” della nostra vita
PAKISTAN – ONU
Al Forum Onu sulle minoranze anche la campagna contro la legge sulla blasfemia in Pakistan
PAKISTAN - UE
La blasfemia in Pakistan e l’attacco al crocefisso della Corte europea
PAKISTAN
Islamabad chiede “suggerimenti” ai cristiani per abrogare la legge sulla blasfemia
PAKISTAN
Salvate i cristiani e il Pakistan dalla legge sulla blasfemia
CINA
La Cina celebra il suo roseo futuro senza fare i conti con presente e passato
VATICANO
Papa: Enciclica, anche la globalizzazione ha bisogno dell’anima
ISLAM - EGITTO - USA
P. Samir: Obama sull’Islam piace, ma c’è qualche bugia e silenzio
CINA - HONG KONG
Card. Zen: A 20 anni da Tiananmen, Deng è morto: è tempo che cambi la dittatura cinese
HONG KONG - CINA
Migliaia in marcia ad Hong Kong per ricordare Tiananmen
CINA - HONG KONG
Sindacalista di Hong Kong: La Cina rischia di ripetere un altro Tiananmen
VATICANO - PALESTINA
Leader palestinese: il coraggio del Papa contro le strumentalizzazioni
VATICANO – PALESTINA
Papa: i muri si costruiscono facilmente, ma prima o poi cadono
VATICANO-PALESTINA
Papa: i palestinesi hanno diritto a una patria, ma rifiutino il terrorismo
VATICANO-ISRAELE
Papa: amicizia con gli ebrei, dialogo con l’islam e tutti insieme operare per la pace
VATICANO-ISRAELE
Papa: la Shoah non sia mai negata, sminuita o dimenticata
INDIA – TERRA SANTA
Musulmano dell’India: il papa in Terra Santa fonte di pace e dialogo
VATICANO-ISRAELE
Papa: arrivando in Israele parla di Shoah, pace e patrie per i due popoli
VATICANO – GIORDANIA
Papa: La mia visita alla Moschea, un giorno luminoso
VATICANO-GIORDANIA
Papa: i credenti rifiutino la “corruzione” violenta della religione e “coltivino” la ragione
INDIA - VATICANO
Kashmir: giovani convertiti dall’Islam pregano per Benedetto XVI
CINA
Il testo integrale di Carta 08, per i diritti umani in Cina
INDIA - ITALIA
La vergogna dell’India e quella dell’Europa e del mondo
INDIA
P. Edward, scampato al rogo in Orissa: I radicali indù sono terroristi
CINA
Pechino dice addio ai Giochi olimpici. Un piccolo bilancio
CINA
La Cina medaglia d’oro per violazione dei diritti umani
CINA
Le false immagini delle Olimpiadi di Pechino
CINA
Le Olimpiadi di Pechino sono iniziate
IRAQ - VATICANO - GMG
La Gmg degli irakeni, lontani da Sydney e vicini al cuore del papa
VATICANO - GMG
Il papa ai giovani della Gmg: Testimoniate Cristo a un mondo stanco di false promesse
VATICANO - GMG
La nuova Pentecoste dei giovani a Sydney
CINA
I grandi del mondo alle Olimpiadi-mercato
CINA
Pechino è pronta per le Olimpiadi del sospetto e del silenzio
ITALIA – CINA – VATICANO
Oltre 500 cattolici cinesi a Roma per pregare insieme al Papa per la Cina
MORATORIA ABORTO - INDIA
Comunista indiano, ateo, sostiene la moratoria contro l’aborto
ISLAM - EGITTO
Il caso Hegazi: un disegno mondiale di conversione all’Islam?
ISLAM - EGITTO
Il caso Hegazi: l’ossessione dell’Islam per le conversioni
CINA
Pechino 2008: Lettera aperta di 37 intellettuali e attivisti sulle Olimpiadi e i diritti umani
CINA
Investimenti e disastri ambientali: i due volti delle Olimpiadi
FILIPPINE - ITALIA
P. Zanchi: il sequestro di padre Bossi ha fatto capire a tanti chi è davvero il missionario
VATICANO – TAIWAN – CINA
Tou, ambasciatore di Taiwan: La Cina ha bisogno della Chiesa cattolica
CINA - VATICANO
Mons. Li Jingfeng: la Lettera del Papa, chiave di volta per lo sviluppo della Cina
IRAQ
Terroristi saccheggiano e si impadroniscono di un convento a Baghdad
BRASILE – VATICANO
Papa: giovani non sperperate la vita, ma costruite una società giusta e fraterna
IRAQ
Patriarca caldeo: cristiani perseguitati da governo iracheno e truppe straniere
VATICANO – IRAQ
Santa Sede: solidarietà internazionale verso i rifugiati iracheni
VATICANO - CINA
Papa e cardinali: un sguardo comune al dossier Cina
VATICANO - CINA
Il Papa prepara una Lettera ai cattolici della Cina
Pechino e Vaticano: i piccoli passi e la libertà religiosa
IRAQ – ITALIA – ANNO DELL'EUCARESTIA
Sacerdote iracheno: Il terrorismo vuole toglierci la vita, ma l'eucarestia ce la ridona

In evidenza
IRAQ-VATICANO
Vescovo di Mosul: Gesù nasce fra i container dei rifugiati. Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul"
di Amel NonaI profughi perseguitati dallo Stato islamico hanno perso tutto: beni, casa, lavoro, scuole, futuro. Ma rimane forte la fede e la missione. Raccolti e inviati quasi 900mila euro. Il messaggio di vicinanza di papa Francesco. La campagna continua secondo la proposta del patriarca di Baghdad: digiuno e sobrietà a Natale e Capodanno, offrendo il corrispettivo per i cristiani di Mosul.
IRAQ
Patriarca caldeo: Digiuno alla vigilia di Natale per il ritorno dei profughi a Mosul
di Joseph MahmoudMar Louis Sako domanda ai fedeli di non celebrare in modo "mondano", con sfarzo e abbondanza, Natale e Capodanno in segno di solidarietà con i fuggitivi della piana di Ninive, perseguitati dall'Esercito islamico. AsiaNews aderisce al digiuno proposto dal Patriarca e chiede a tutti i lettori di dare il corrispettivo del digiuno a sostegno della campagna "Adotta un cristiano di Mosul".
IRAQ - ITALIA
Lettera dell'arcivescovo di Mosul: Grazie per gli aiuti, che sostengono le sofferenze dei rifugiati
di Amel NonaLe offerte di tutti i donatori della campagna "Adotta un cristiano di Mosul" sono usate per acquistare cibo, vestiti pesanti, coperte per i profughi e affittare case o roulotte per affrontare l'inverno e il freddo che sono giunti molto presto. Due donne hanno difeso la loro fede cristiana davanti ai miliziani islamisti che volevano convertirle, minacciandole di uccidere. Rifugiato fra i rifugiati, mons. Nona scopre un modo nuovo di essere pastore.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate