Pechino: la Corea del Nord “pronta” al dialogo sul nucleare
Fermi dal 2008, i colloqui a sei sul nucleare potrebbero ripartire molto preso. Pechino invita le potenze regionali a “mettersi alle spalle l’incidente della Cheonan”.
Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Il governo nordcoreano ha raggiunto un accordo con la Cina per riprendere i colloqui internazionali sull’interruzione del proprio programma nucleare. Lo riporta oggi l’agenzia di stampa ufficiale del regime. Pechino (unico alleato di Pyongyang) ha chiesto alle potenze regionali di “mettersi alle spalle” l’affondamento della corvetta sudcoreana Cheonan e di tornare al tavolo delle trattative.
 
Secondo Seoul e Washington, è stato un sottomarino del Nord ha sparare un missile contro la nave del Sud, uccidendo 46 marinai a bordo. Pyongyang, da parte sua, nega ogni coinvolgimento; ma le tensioni derivate dall’affondamento hanno isolato ancora di più la Corea del Nord, già nell’occhio del ciclone per aver abbandonato i cosiddetti “colloqui a sei sul nucleare”.
 
I colloqui coinvolgono Cina, Corea del Nord, Corea del Sud, Giappone, Russia e Stati Uniti: fermi dal 2008, cercano di trovare una strada per interrompere in maniera pacifica il programma nucleare nordcoreano. Oggi i media statali cinesi riportano che, a inizio settimana, una delegazione guidata dal capo negoziatore sul nucleare cinese Wu Dawei ha visitato Pyongyang,
 
Secondo la Kcna, agenzia ufficiale del regime, “le due parti hanno affrontato discussioni profonde sulla situazione regionale e sulla relazione bilaterale di amicizia, parlando delle questioni che preoccupano entrambi come la ripresa dei colloqui a sei e la denuclearizzazione dell’intera penisola coreana. Si sono trovati d’accordo su tutto”.
north_korean_missile_tests.jpg