Dhaka: suore bangladeshi curano i malati attraverso l’amore e il sorriso
di William Gomes
Su esempio di Madre Teresa, Suor Mary Orpa delle sorelle di Maria Regina degli Apostoli, offre il suo aiuto ai bambini ricoverati dell’ospedale di Dhaka, senza badare a differenze di casta o credo religioso.“Se curi un paziente con il sorriso, diffondi amore ovunque vai”.

Dhaka (AsiaNews) – Suor Mary Orpa cita Madre Teresa: “Ognuno di loro è Gesù travestito” per raccontare il suo lavoro di medico presso il Dhaka Shishi Hospital, il più grande ospedale per bambini del Bangladesh. La suora, insieme alle sorelle di Maria Regina degli Apostoli (Smra), offre il suo aiuto ai malati, senza badare alle differenze di casta o credo religioso.

Suor Mary Orpa è convinta anche della forza del sorriso, perché “se curi un paziente con il sorriso, diffondi amore ovunque vai”. I bambini sono fonte di grande preoccupazione, perché quando si ammalano non sono autosufficienti, e hanno costante bisogno di cure e affetto.

La suora spiega ad AsiaNews anche l’importanza del sostegno alle donne, spesso trascurate dalla società bangladeshi di cultura islamica. “Le donne incinta – afferma – non ricevono nessun aiuto durante il parto”. “Molte di loro – aggiunge - sono povere e soffrono di malnutrizione”. Il tasso di mortalità materna è di 320 decessi ogni 100 mila nascite.  

Suor Mary Orpa è nata nel villaggio Toomilia, dell’arcidiocesi di Dhaka. È entrata nella congregazione delle sorelle di Maria Regina degli Apostoli nel 1993, ed è diventata medico nel 2004.

BANGLADESH_(f)_0929_-_Sr.Mary_Orpa.jpg