Il 17 marzo i funerali del vescovo sotterraneo di Xiwanzi
di Wang Zhicheng
I fedeli subiscono controlli della polizia. Niente insegne episcopali e preghiere per il vescovo, non riconosciuto dal governo.
Pechino (AsiaNews) – I funerali di mons. Andrea Hao Jinli (v. foto) si terranno il prossimo 17 marzo. Lo ha confermato ad AsiaNews una fonte locale, affermando che i cattolici che vanno a rendere onore alla salma subiscono controlli da parte della polizia.
 
Mons. Andrea Hao Jinli, vescovo non ufficiale di Xiwanzi è morto il 9 marzo scorso all’età di 95 anni, nel villaggio di Gonghui (Hebei). Il prelato ha passato almeno 20 anni in prigione per la sua fede e decenni sotto un soffocante controllo, per essersi sempre rifiutato di rompere il suo legame con il pontefice.
 
Dal giorno della sua morte la polizia ha circondato il villaggio cercando di frenare l’afflusso dei fedeli da altre province. È probabile che la polizia non accetti che durante il rito del funerale, siano esposte le insegne episcopali di mons. Hao, essendo egli non riconosciuto dal governo. Anche per il vescovo coadiutore di mons. Hao, mons. Leo Yao Liang, morto il 30 dicembre 2009, è avvenuta la stessa cosa: la polizia ha sempre vigilato che si parlasse di mons. Yao come “pastore” e non “vescovo” e ha messo posti di blocco per frenare la partecipazione dei fedeli.
HaoJinli.jpg