Kerala, i marò italiani lasceranno “presto” il carcere
Massimiliano Latorre e Salvatore Girone dovrebbero essere trasferiti nella Borstal School di Kochi, un ex riformatorio. La decisione del governo del Kerala rispetta il “suggerimento” della Corte suprema indiana, che ad aprile ha accettato la richiesta delle autorità italiane a spostare i militari in una struttura adeguata al loro status.

Kochi (AsiaNews/Agenzie) - I marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone saranno presto trasferiti (forse già domani) dal carcere di Trivandrum alla Borstal School di Kochi, un ex riformatorio. Lo riferisce l'emittente televisiva indiana Ndtv, secondo cui il governo del Kerala avrebbe preso questa decisione in linea con quanto suggerito dalla Corte suprema il 9 maggio scorso. Il più alto tribunale indiano aveva disposto il trasferimento dei militari in una sistemazione alternativa al carcere, conforme al loro status. Il luogo scelto dal Kerala ha ricevuto l'approvazione della difesa italiana.

Oggi i marò dovrebbero presentarsi di nuovo davanti al tribunale di Kollam, per presentare la domanda di libertà su cauzione, respinta nei giorni passati.

I militari sono gli unici indagati per la morte di due pescatori indiani, avvenuta il 15 febbraio scorso al largo delle coste del Kerala. Trattenuti in una guest house dal 19 febbraio, il 5 marzo sono stati mesi in custodia giudiziaria nella prigione di Poojappura (Trivandrum). Al momento dell'incidente, i marò erano a bordo della petroliera italiana Enrica Lexie come guardie di sicurezza, e avrebbero scambiato il peschereccio indiano per pirati. 

 

INDIA_ITALIA_(F)_0524_-_Italian_marines_to_be_shifted_from_Thiruvananthapuram_to_Kochi.jpg