Storico discorso di Aung San Suu Kyi al Parlamento britannico
L’incontro nel pomeriggio alla Westminster Hall; un onore riservato, in passato, a pochi capi di Stato e a Benedetto XVI. A seguire il colloquio con il premier Cameron. Ieri ha ricevuto il dottorato a Oxford, l’università dove ha studiato durante il periodo londinese. Per il 67esimo compleanno faccia a faccia con il Dalai Lama.

Londra (AsiaNews/Agenzie) - La leader dell'opposizione birmana Aung San Suu Kyi terrà oggi pomeriggio uno storico discorso al Parlamento britannico, riunito in seduta congiunta. L'incontro si terrà alle tre del pomeriggio nella Westminster Hall di Londra e rappresenta un onore e un riconoscimento all'opera svolta dalla "Signora" negli anni, a favore della democrazia in Myanmar. In passato solo un numero ristretto di capi di Stato stranieri e papa Benedetto XVI hanno avuto l'onore di parlare alle due Camere unite in assemblea, nella sala risalente dell'11mo secolo; essa si trova nell'ala più antica del complesso in cui hanno sede, oggi, le due camere del Parlamento del Regno Unito: la Camera dei lord e la Camera dei comuni.

A seguire, la Nobel per la pace ha in programma un incontro a due con il premier inglese David Cameron. Nei prossimi giorni, infine, andrà a Parigi, ultima tappa dello storico tour in Europa - il primo in 24 anni - durante il quale ha visitato Svizzera, Norvegia, Irlanda, Inghilterra e Francia.

Ieri, intanto, Aung San Suu Kyi ha ricevuto (nella foto) il dottorato honoris causa dall'università di Oxford, circa 20 anni dopo essere stata insignita dell'onorificenza. Nel suo intervento, la leader della Lega nazionale per la democrazia (Nld) ha sottolineato che "i ricordi" legati al celebre istituto sono stati di grande aiuto durante la prigionia - la "Signora" ha trascorso 15 degli ultimi 22 anni agli arresti domiciliari - fra cui i lunghi periodi di "letture nel prato".

La Nobel per la pace ha evocato "i pomeriggi d'estate come questo di oggi", in cui "leggevo sull'erba del prato di St Hugh" e alle volte in cui "sedevo in biblioteca senza guardare i libri, ma volgendo lo sguardo fuori dalla finestra". Questi momenti, ha aggiunto, "mi hanno aiutata a capire il popolo birmano, che vuole vivere una vita felice senza avere mai avuto l'opportunità di farlo".

Aung San Suu Kyi ha spiegato che i giovani studenti birmani non possono beneficiare di strutture universitarie come il prestigioso istituto londinese, perché la loro vita universitaria è stata "devastata". Al termine del suo intervento, salutato da oltre due minuti di applausi, la "Signora" ha salutato alcuni compagni di università al tempo degli studi. Il 19 giugno scorso, in occasione del suo 67esimo compleanno, ha incontrato il Dalai Lama che, in passato, ha più volte aderito alla campagna per la sua liberazione.  

 

MYANMAR_-_assk_dottorato_oxford.jpg