I cinesi invadono il mondo: 100 milioni di turisti nel 2013
Secondo l'Amministrazione per il turismo, la comunità cinese è la prima al mondo per volume e spese all'estero durante le ferie. Lo scorso anno i turisti del Paese di Mezzo hanno speso circa 110 miliardi di dollari nel corso dei viaggi all'estero.

Pechino (AsiaNews) - Con circa 100 milioni di turisti che hanno visitato almeno un Paese straniero nel corso del 2013, la Cina supera gli Stati Uniti e si afferma al primo posto come "esportatrice" di propri cittadini. Secondo i dati dell'Amministrazione nazionale per il turismo, i cinesi all'estero sono stati 97 milioni del 2013, un aumento considerevole rispetto al passato: nel 2004 non avevano superato i 29 milioni.

Aumenta anche il volume di denaro speso all'estero. Senza contare voli aerei e sistemazioni alberghiere, i turisti cinesi hanno speso nel 2013 circa 110 miliardi di dollari contro i 102 dell'anno precedente. Anche in questo campo hanno superato non solo gli americani, ma anche i tedeschi, fino a oggi "primi acquirenti" nei mercati e nei negozi stranieri.

Song Rui, ricercatore presso l'Accademia delle Scienze sociali cinesi, spiega: "I nostri turisti spendono così tanto all'estero che alcuni stranieri hanno iniziato a chiamarci 'portafogli ambulanti'". L'analisi non è esagerata: sempre più alberghi e negozi di fascia medio alta cercano di attirare visitatori cinesi: Harrods, il famosissimo negozio londinese, ha assunto da poco 70 dipendenti che parlano mandarino. Sempre al suo interno, il megastore ha più di 100 terminali della China Unionpay, che permettono pagamenti diretti dai conti correnti bancari cinesi.

 

CINA_-_Turisti_(600_x_440).jpg