Colombo, per la prima volta un tamil guida la Corte Suprema
Il nuovo presidente continua a mantenere le promesse elettorali: nominato al vertice del giudiziario Kanagasabapathy Sripavan, di etnia tamil. La decisione rientra nel programma di "riconciliazione nazionale" portato avanti da Sirisena.

Colombo (AsiaNews) - Il nuovo presidente dello Sri Lanka Maithripala Sirisena ha nominato un giudice di etnia tamil come capo della Corte Suprema. È la prima volta dal 1991 che un membro della minoranza etnica arriva a guidare il sistema giudiziario. La decisione del presidente è stata accolto dal plauso della comunità internazionale e da quello di una parte dell'opinione pubblica interna.

Lo scorso 28 gennaio 2015, il neo-presidente dello Sri Lanka Maithripala Sirisena aveva reinsediato Shirani Bandaranayake nella carica di presidente della Corte suprema. Nel 2012 il giudice è stata vittima di una controversa mozione di impeachment, portata avanti dall'esecutivo dell'ex presidente Mahinda Rajapaksa. Oltre a lei, Sirisena ha anche riabilitato il generale Fonseka, strenuo oppositore del precedente governo.

Il giudice Kanagasabapathy Sripavan, di 62 anni, si è insediato oggi a Colombo. Già membro della Corte Suprema, e giudice con la più alta anzianità, ha accolto la decisione "con gioia". La mossa di Sirisena rientra nel programma di "riconciliazione nazionale" presentato dal leader durante la campagna elettorale. 

 

 

SRI_LANKA_-_0131_-_Giudice_tamil.jpg