Congresso eucaristico a Mumbai: Nutriti dall’amore di Cristo per nutrire gli altri
di Nirmala Carvalho
Il Congresso eucaristico nazionale si svolgerà dal 12 al 15 novembre. Sarà presente il legato papale, insieme a quattro cardinali indiani, 71 vescovi e 665 delegati. Il ricordo dell’incontro tra Madre Teresa di Calcutta e il card. Toppo; la testimonianza di due cristiani sopravvissuti al massacro del 2008 nell’Orissa.

Mumbai (AsiaNews) – “Poter approfondire la nostra conoscenza, apprezzamento e amore dell’Eucarestia durante il Congresso eucaristico nazionale, incontrare la presenza del Signore e andare nel mondo a nutrire gli altri, così come noi veniamo nutriti in questa occasione”. È la preghiera del card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai, in una nota diffusa in previsione del Congresso eucaristico che si apre domani a Mumbai e terminerà il 15 novembre. Il tema dell’incontro di quest’anno è “Nutriti da Cristo per nutrire gli altri”. L’evento vedrà la partecipazione del card. Malcolm Ranjith, legato papale e arcivescovo di Colombo nello Sri Lanka, di quattro cardinali indiani – card. Telesphore Toppo, card. Baselios Cleemis, card. George Alencherry e lo stesso card. Gracias –, oltre a 71 vescovi e 665 delegati da tutta l’India.

Nei giorni in cui nel Paese asiatico si celebra la festa di Diwali, durante la quale si accendono file di candele per rappresentare la vittoria della verità sulla menzogna, della luce sulle tenebre, i leader cattolici si riuniscono per lanciare un messaggio di speranza e amore “nei confronti dei poveri e dei bisognosi, dei malati e dei moribondi”, “ispirati dall’amore di Cristo e dal mistero dell’Eucarestia”. Per l’occasione di Diwali, il Vaticano ha inviato un messaggio agli indù.

Domani in apertura dei lavori interverrà il card. Toppo, arcivescovo di Ranchi, che ricorderà il suo incontro personale con la beata Madre Teresa di Calcutta, quando la missionaria gli disse che “Gesù nella Santa Eucarestia è la fonte della mia forza!”. “Questo è il segreto del successo di Madre Teresa e delle Missionarie della Carità: per lei, dare inizio ad una nuova comunità significava aprire un nuovo Tabernacolo”. Nel pomeriggio poi sarà il momento della testimonianza di suor M Prema MC, superiora generale delle Missionarie della Carità.

Il 13 novembre i delegati ascolteranno le testimonianze di due sopravvissuti dei pogrom anticristiani di Kandhamal nell’Orissa, quando nel 2008 gli indù diedero vita al più feroce episodio di violenza contro la minoranza cristiana di tutti i tempi. (Per il programma completo del congresso, vedi qui)

“Siamo grati a Dio – conclude nella nota il card. Gracias – per questo convegno. Questo Congresso è un invito affinchè ognuno di noi, figli e figlie dell’India, possa entrare più in profondità nel mistero eucaristico che è il modo attraverso cui il Figlio di Dio si dona a noi. Possa Maria, madre del nostro Signore eucaristico, intercedere per noi presso suo figlio”.

INDIA_-_1111_-_Congresso.jpg