Pakistan, arrestati 5 leader talebani
La notizia è stata data da 2 agenti dei servizi segreti. Fra gli arrestati vi è Maulvi Abdul Qadeer, uno dei principali sostituti del mullah Mohammed Omar ed ex leader del Taliban Special Council.

Peshawar (AsiaNews/Agenzie) – I servizi segreti pakistani hanno arrestato 5 leader talebani fra cui Maulvi Abdul Qadeer, uno dei principali sostituti del mullah Mohammed Omar ed ex leader del Taliban Special Council. Fra i detenuti vi è anche Abdul Kabir, ex governatore della provincia afghana di Nangarhar. La notizia è stata data da 2 agenti dei servizi che hanno richiesto l'anonimato perché non autorizzati a parlare.

Gli arresti sono avvenuti lunedì 18 luglio dopo un raid in diverse zone della parte nord-occidentale del Paese. I 2 agenti hanno aggiunto: "Non possiamo rivelare i nomi degli altri 3 arrestati, ma sono importanti leader che sono detenuti e verranno interrogati qui". Nessun rappresentante governativo è stato disposto a confermare gli arresti.

La notizia degli arresti giunge poche ore dopo una conferenza stampa in cui Jalil Abbas Dilani, portavoce del ministero degli Esteri pakistano, ha confermato il viaggio in Afghanistan del primo ministro Shaukat Aziz. La partenza è prevista per il 24 luglio e nell'agenda dei colloqui del primo ministro è già fissato un incontro con Hamid Karzai, presidente afgano. I colloqui saranno incentrati sull'aumento delle relazioni economiche fra i 2 Paesi e l'adozione di misure comuni per coordinarsi al meglio nella lotta al terrorismo.

Il Pakistan si definisce un alleato chiave degli Stati Uniti nella "guerra al terrore" e, dal 2001, ha già provveduto all'arresto di circa 700 talebani e membri di al-Qaeda, l'organizzazione terrorista guidata da Osama bin Laden. Tuttavia la posizione del presidente pakistano, generale Parvez Musharraf, nei confronti del fondamentalismo islamico rimane ambigua.

3737_Pakistan-talebani (96 x 120).jpg