Pakistan, lanciato il primo missile da crociera da un sottomarino

Il lancio è avvenuto in una zona non precisata dell’Oceano Indiano. Il missile Babur- è in grado di trasportare testate nucleari. Il test potrebbe incrinare ancora di più i delicati equilibri con Delhi, con cui fin dagli anni ’90 Islamabad conduce una corsa alla tecnologia nucleare.


Islamabad (AsiaNews/Agenzie) – Il Pakistan ha condotto "con successo" il primo lancio di un missile da crociera da un sottomarino, in grado di trasportare una testata nucleare. Il test è avvenuto ieri in una località non precisata nell’Oceano Indiano. Fonti militari riferiscono che il lancio accorda al Paese una “credibile capacità di secondo colpo” e si inserisce nella strategia di sviluppo “della politica della deterrenza”. Esperti sottolineano però che il test potrebbe inasprire ancora di più le tensioni con l’India, con cui fin dagli anni ’90 Islamabad ha ingaggiato una corsa agli armamenti nucleari per ribadire la supremazia nell’area.

Il missile Babur-3 è stato lanciato da un sottomarino e ha una gittata di 450 chilometri. Si tratta di una variante del Ground Launched Cruise Missile (GLCM) Babur-2, già testato con successo a dicembre. I militari dichiarano che ha colpito un obiettivo con precisione accurata e confermano che potrebbe trasportare ordigni nucleari.

Pakistan e India – ostili fin dalla divisione del 1947 – hanno condotto i primi test nucleari nel 1998 ed in seguito si sono lanciati in una continua rincorsa agli armamenti e alla tecnologia atomica.

Secondo alcuni esperti, l’ultimo test potrebbe incrinare ancora di più i delicati equilibri nella regione, già messi a repentaglio a luglio con l’uccisione da parte di Delhi di un famoso separatista in Kashmir e il successivo attacco contro una base militare indiana, che ha provocato la morte di 18 soldati.

PAKISTAN_-_0110_-_Test_missilistico.jpg