Java centrale: mons. Robertus Rubiyatmoko è il nuovo arcivescovo di Semarang
di Mathias Hariyadi

L’arcidiocesi era vacante dal novembre del 2015. Il nuovo arcivescovo è un docente di diritto canonico e formatore in seminario. Semarang fornisce cura pastorale a più di 404 mila cattolici e 98 parrocchie.


Jakarta (AsiaNews) – Lo scorso 18 marzo Papa Francesco ha nominato p. Robertus Rubiyatmoko nuovo arcivescovo di Semarang (Java centrale), Indonesia. La sede era rimasta vacante dalla morte del compianto arcivescovo mons. Johannes Pujasumarta, avvenuta nel novembre del 2015.

P. Robertus Rubiyatmoko, 53 anni, è docente di diritto canonico presso la Facoltà di Teologia dell'Università di Sanata Dharma a Yogyakarta, anch’essa in Java centrale, dove svolge anche il ruolo di formatore nel seminario di St. Paul Major.

Nato a Sleman (Yogyakarta) il 10 ottobre 1963, p. Rubiyatmoko è entrato nel seminario di St. Peter Canisius Minor, a Mertoyudan. In seguito ha completato i suoi studi filosofici e teologici presso la Pontificia Facoltà di Yogakarta ed è stato ordinato sacerdote il 12 agosto 1992 da mons. Julius Riyadi Darmaatmadja, allora arcivescovo di Semarang.

Distribuita su una superficie di oltre 21 mila kmq, l’arcidiocesi di Semarang fornisce cura pastorale a più di 404 mila cattolici su una popolazione totale di 22,8 milioni. Sono presenti sul territorio 98 parrocchie, in cui lavorano 399 sacerdoti (203 diocesani e 196 religiosi). L'arcidiocesi conta anche di 221 religiosi, 1162 religiose e 60 seminaristi maggiori.

INDONESIA_-_0320_-_Arcivescovo_Semarang1.JPG INDONESIA_-_0320_-_Arcivescovo_Semarang1.JPG INDONESIA_-_0320_-_Arcivescovo_Semarang1.JPG