La principessa Mako rinuncia al titolo per amore di Komuro

Gli sposi hanno entrambi 25 anni. Lei è la prima dei quattro nipoti dell’imperatore Akihito a maritarsi. Lui è un giovane avvocato conosciuto all’International Christian University di Tokyo. Il primo ministro giapponese dovrà presiedere un comitato per stabilire una liquidazione per l’ex principessa. Sull'evento c'è la viva attenzione dell'opinione pubblica giapponese


Tokyo (AsiaNews/Agenzie) - La casa imperiale giapponese ha lasciato trapelare pur non confermando ufficialmente che la principessa Mako si sposerà con  Kei Komuro il prossimo anno. La figlia maggiore del principe Fumihito, Mako, 25 anni, è la prima dei quattro nipoti dell'imperatore Akihito a sposarsi. Il suo fidanzato, Kei Komuro, suo coetaneo, è un ex compagno di classe presso l'International Christian University di Tokyo. Amante del mare e dello sci, suona il violino e sa cucinare, secondo la televisione pubblica Nhk tv.

Oggi Komuro, che ha perso il padre da bambino, vive con sua madre e il nonno a Yokohama, prefettura di Kanagawa, vicino a Tokyo. Lavora presso uno studio legale, mentre si sta specializzando in diritto commerciale presso la scuola di diplomazia internazionale Hitotsubashi. Ai giornalisti che lo hanno incontrato presso il suo ufficio ieri, Komuro non ha potuto che confermare la notizia. Ha detto di aver parlato quella mattina al telefono con la principessa Mako: "Le ho detto, 'Ittekimasu' (“Io vado a lavorare”) e lei ha risposto, 'Itterasshai' (“Abbi cura di te”)". Quando gli è stato chiesto di dire cosa lo attrae di Mako, ha risposto sorridendo: "Parlerò dei miei sentimenti in un momento più opportuno". L’amore fra i due sarebbe sbocciato in un ristorante nel quartiere Shibuya di Tokyo circa cinque anni fa.

Fumihito e sua moglie, la principessa Kiko, hanno approvato la scelta di Mako e Komuro. Ma l’evento è previsto non prima di un anno, poiché prima di convolare a nozze dovranno essere rispettati tutti i passaggi del cerimoniale. A cui si aggiungono alcuni particolari problemi che vanno affrontati, considerato che la sposa è membro della famiglia imperiale mentre il suo fidanzato no. Il primo rito cerimoniale in preparazione è il "Nosai no Gi", l’equivalente di una tradizionale cerimonia di fidanzamento per sancire la promessa del vincolo. Successivamente, durante il "Kokki no Gi", un messaggero di Komuro visiterà la residenza del principe Akishino nel quartiere Akasaka di Tokyo, per annunciare ufficialmente la data del matrimonio che non è ancora stata stabilita.

Una volta appresa la data del matrimonio, il Consiglio economico della casa imperiale giapponese si riunirà per stabilire quanto il governo dovrà liquidare alla principessa Mako. La ragazza non sarà più considerata parte della famiglia imperiale e dovrà rinunciare al titolo di principessa.Sulla base della legge giapponese, l'importo sarà deciso in una riunione di otto membri, che include il primo ministro giapponese. Quando Sayako Kuroda, l'unica figlia dell'imperatore Akihito e dell'imperatrice Michiko, si sposò con un generale nel 2005, ricevette circa 150 milioni di yen (1,3 milioni di dollari).

In vista delle nozze, la principessa Mako dovrà visitare uffcialmente i tre santuari presenti nelle proprietà del palazzo imperiale, dopodiché dovrà obbedire al rito "Choken no Gi", durante il quale pronuncerà ufficialmente il suo addio all'imperatore Akihito e all'imperatrice Michiko esprimendo loro tutto il suo apprezzamento. Infine, nel giorno del matrimonio un messaggero dello sposo andrà a prelevare la principessa al palazzo imperiale in un rito chiamato "Judai no Gi”.

mako.jpg