Dushanbe, pastore protestante coreano condannato per 'estremismo'

Bakhrom Kholmatov, 42 anni, è stato condannato a tre anni di carcere. Le autorità sostengono che il suo centro cristiano "Sonmin Sonbogym" sia illegale. La Commissione americana sulla libertà religiosa internazionale considera il Tagikistan un "Paese che desta particolare preoccupazione".


Dushanbe (AsiaNews/Agenzie) - Un pastore della chiesa cristiana coreana "Sonmin Sonbogym (Il Vangelo della grazia)" giunto a predicare nel nord del Tagikistan è stato condannato a tre anni di carcere per estremismo.

I media locali riferiscono che la sentenza è stata emessa alla fine di luglio ma è stata resa nota soltanto ora. Bakhrom Kholmatov, 42 anni, è stato arrestato per sospetto estremismo il 10 aprile 2017 a Khujand dopo un'ispezione presso la chiesa cristiana protestante fondata da gruppi coreani.

Le autorità del Tagikistan sostengono che il centro cristiano "Sonmin Sonbogym" non abbia una registrazione ufficiale e pertanto la sua attività sul territorio del Paese è illegale. Tuttavia il sito appartenente alla Chiesa coreana riferisce che il centro "Sonmin Sonbogym" è stato ufficialmente registrato nel 2009 presso il comitato per gli affari religiosi del Tajikistan. "Sonmin Sonbogym" opera in Tagikistan dal 1993 e prima dell'adozione di una nuova legge sull'attività religiosa ha funzionato in qualità di organizzazione missionaria.

Al presente nel Paese sono attivi oltre 70 centri e organizzazioni non musulmani. Recentemente, il Tagikistan è stato sottoposto a critiche per aver violato i diritti dei credenti. Così la Commissione americana sulla libertà religiosa internazionale considera il Tagikistan un "Paese che desta particolare preoccupazione" al fine di garantire la libertà di confessione religiosa. Gli autori del rapporto dicono che Dushanbe perseguita i cittadini per ragioni religiose.

muslim-tajikistan-_110723074212-411.jpg