Suora francescana per le orfane di Medan
di Mathias Hariyadi

Suor Bernadette Saragih fornisce a giovani donne una formazione che le rende adulte qualificate ed educate. L’ultima iniziativa dell’orfanotrofio di St. Angela è uno spettacolo teatrale a Jakarta. Il progetto reso possibile dal contributo e la partecipazione di numerosi cattolici.


Jakarta (AsiaNews) – Indipendenza, responsabilità e integrazione: è verso questi obiettivi che suor Bernadette Saragih accompagna le ragazze dell’orfanotrofio di St. Angela a Medan (provincia di North Sumatera) nel loro percorso di crescita. Impegnata per anni a salvare giovani donne dal traffico di esseri umani presso l’Isola di Batam (provincia di Riau), la religiosa francescana dedica ora il suo nuovo apostolato a quella che ama definire “una casa del successo”. Nella struttura, le ospiti ricevono una formazione che implementa le loro capacità, rendendole adulte qualificate ed educate.

Grande consenso del pubblico ha riscosso a Jakarta l’ultima iniziativa di suor Bernadette. Grazie all’assistenza ed al contributo di diverse personalità cattoliche locali: il 5 ed il 6 gennaio scorsi la francescana e le giovani donne del laboratorio teatrale del St. Angela hanno portato in scena “Figliol prodigo”, spettacolo ispirato alla parabola (foto 1-2-3). Al progetto, diretto da Venantius Vladimir Ivan e prodotto da Cassandra Putri Prayitno, hanno preso parte anche decine di ragazzi di Jakarta, tra cui i gruppi teatrali Katak Theater ed EforD.

L’organizzazione dello spettacolo ha richiesto per mesi il duro lavoro di tutte le persone coinvolte, a partire da Nata e Arta, incaricate di reperire i fondi. Lulu Angkasa ed un gruppo di ex compagne del liceo Don Bosco di Padang (West Sumatra), ora residenti nella capitale, si sono occupate dell’accoglienza e del soggiorno delle ragazze del St. Angela, giunte in città con un volo proveniente da Madan il 28 dicembre. “Quel giorno tutto ha cominciato a prender forma”, dichiara ad AsiaNews la produttrice Cassandra, giovane cattolica di Jakarta.

“Le ragazze di suor Bernadette hanno affrontato con entusiasmo i giorni di prove, nonostante la fatica. Il loro atteggiamento ha tenuto alto il mio morale”, racconta Gabriella Excelci Agnes, altra cattolica locale coinvolta nell’iniziativa. Di fronte a centinaia di spettatori, in un discorso tenuto a pochi minuti dall’inizio dello spettacolo (foto 4), suor Bernadette ribadisce quanto dichiarato ad AsiaNews in precedenza, sottolineando l’impegno mostrato dalle giovani: “Nell'orfanotrofio di St. Angela, le nostre studentesse ricevono un’istruzione seria e costante, che le renderà adulte di grande responsabilità, buone competenze ed indipendenza”.

 

01.jpg 01.jpg 01.jpg 01.jpg