Egiziani al voto: tre giorni per scegliere il prossimo presidente

Messi in sicurezza 11mila seggi. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura, il 28 sera, e l’annuncio dei risultati è atteso per il 2 aprile. Le voci degli egiziani.


Il Cairo (AsiaNews) – Le urne sono ufficialmente aperte: dalle nove di questa mattina, l’Egitto è chiamato a scegliere il suo prossimo presidente. Un voto che secondo gli analisti vede come certa la vittoria del presidente uscente Abdel-Fattah Al-Sissi, lasciando aperta solo la questione della partecipazione dell’elettorato.

Ieri, il ministero degli Interni ha concluso la messa in sicurezza degli 11mila seggi, che rimarranno aperti fino alle nove di sera di mercoledì 28. La National Elections Authority (Nea) afferma che permetterà a 54 ong locali e 15 organizzazioni internazionali arabe e africane di monitorare le elezioni, e che saranno presenti anche 1.558 giornalisti locali e 680 stranieri. In Egitto, ci sono 59 milioni di aventi al diritto al voto. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura dei seggi, e i risultati saranno resi pubblici il 2 aprile.

 

Hanno detto:

 

Chiedo agli egiziani di non avere paura. Andare alle urne sarà la nostra risposta al terrorismo.

Abdel-Hadi Al-Qassabi, leader supremo delle congregazioni sufi

 

Seriamente e molto seriamente, questo Stato vorrebbe espellervi completamente dal Sinai.

Mossaad Abou-Fagr, attivista nel Sinai.

 

Tutti gli appelli a boicottare le elezioni hanno fallito.

Makram Mohamed Ahmed, leader supremo dell’Organizzazione dei media e della stampa.

 

Il guardare le strade con tutte le migliaia di manifesti pro-Sisi mi disgusta.

Nesrine Badawi, internauta

 

Ho vissuto in Egitto per sette anni. Sono stato fermato mentre intervistavo un cittadino in occasione delle elezioni, e minacciato di affrontare un processo militare se non fossi salito su un aereo nei giorni successive. Non capisco che stia succedendo.

Bel Trew, ex-corrispondente del The Time al Cairo, espulso

 

Partecipa alle elezioni. Poco importa se dici di si (al presidente uscente) o no…

Pubblicità governativa alla televisione egiziana

 

Osservate la realtà delle nostre vite e percepirete la felicità nella quale viviamo.

Abdel-Razek Tewfik, redattore capo del quotidiano pro-governativo al-Gomhouriya (“La Repubblica”)

 

(Ha collaborato Loula Lahham)

EGITTO_-_0326_-_Elezioni.jpg