Cagayan, assassinato p. Mark Ventura, difensore dei tribali contro le miniere

È il secondo omicidio ai danni di un prete negli ultimi mesi. Un uomo ancora non identificato ha sparato due volte alla vittima, al termine della messa domenicale. Mons. Sergio Lasam Utleg, arcivescovo di Tuguegarao, si è recato sul luogo del crimine, dove ha guidato le preghiere dei fedeli accorsi. La Conferenza episcopale: “Agire rapidamente per perseguire gli autori di questo crimine e per consegnarli alla giustizia”.


Manila (AsiaNews/Cbcp) – Un giovane sacerdote è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco nella provincia settentrionale di Cagayan questa mattina. P. Mark Ventura (foto), 37 anni, è stato assassinato verso le 8.15, subito dopo aver celebrato la messa in un ginnasio di Peña Weste, villaggio alla periferia della città di Gattaran, nell'isola di Luzon, nell'estremo nord del Paese..

Il prete stava benedicendo i bambini e parlando con i membri del coro, quando un uomo ancora non identificato che indossava un casco da motociclista ha fatto irruzione dal retro della palestra e sparato alla vittima due volte. Il capo della polizia nazionale Oscar Albayalde riferisce che il sospetto è corso verso l'autostrada ed è fuggito verso Baggao a bordo di una motocicletta guidata da un complice, anch’egli non identificato.

Mons. Sergio Lasam Utleg, arcivescovo di Tuguegarao, si è recato sul luogo dell'assassinio, dove ha guidato le preghiere dei fedeli accorsi. La Conferenza episcopale delle Filippine (Cbcp) ha condannato l'omicidio del sacerdote, offrendo preghiere per p. Ventura, la sua famiglia in lutto e la comunità cattolica di Tuguegarao.

“Condanniamo questo atto malvagio – dichiara mons. Romulo Valles, Presidente della Cbcp – Siamo profondamente scioccati e del tutto increduli per la notizia della brutale uccisione di p. Mark Ventura”. I vescovi chiedono alle autorità “di agire rapidamente per perseguire gli autori di questo crimine e per consegnarli alla giustizia".

P. Ventura era il direttore della San Isidro Labrador Mission Station, un incarico che aveva assunto solo all'inizio di questo mese, nel villaggio di Mabuno. Sacerdote da quasi sette anni, era noto per il suo impegno contro lo sfruttamento del territorio promosso dalle compagnie minerarie e per le sue iniziative a favore delle popolazioni indigene della provincia. La zona di Gattaran è famosa per le sue miniere di rame e di oro.

Prima del suo incarico a Gattaran, il sacerdote era stato rettore del seminario maggiore Thomas Aquinas con sede ad Aparri, Cagayan. Il suo è il secondo omicidio ai danni di un prete negli ultimi mesi. A dicembre 2017, p. Marcelito Paez, 72 anni, è stato ucciso da uomini armati ancora non identificati dopo aver facilitato il rilascio di un prigioniero politico a Jaen, Nueva Ecija.

Nel 2011, con modalità simili e per gli stessi motivi è stato ucciso il sacerdote del Pime, p. Fausto Tentorio.

 

FILIPPINE_-_0429_-_Sacerdote_ucciso_01.jpg FILIPPINE_-_0429_-_Sacerdote_ucciso_01.jpg