Panmunjom, vertice militare: 'pace' e pesca condivisa nel mar Occidentale

Prevenire gli scontri accidentali fra i soldati. Attesa e lavori di preparazione per il terzo summit intercoreano. Moon porterà con sé rappresentanti di aziende leader coreane. Imprenditori presenti anche domani, all’inaugurazione dell’ufficio di collegamento.


Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Stabilire uno spazio di pesca condivisa e prevenire ostilità transfrontaliere creando un’“area di pace” nel mar Occidentale. Sono gli obbiettivi discussi oggi dagli alti rappresentati degli eserciti delle due Coree, al vertice militare che si è concluso nel pomeriggio a Panmunjom. I dialoghi progrediscono in tutti i settori, anche quello sportivo: Seoul proporrà a Pyongyang una candidatura congiunta alle Olimpiadi del 2032.

Richiesto dal Nord, il vertice ha avuto inizio alle 10 del mattino, nell’edificio Tongilgak sul lato nordcoreano del villaggio di confine. I rappresentanti militari delle due Coree hanno stabilito degli accordi che serviranno da base per il prossimo summit intercoreano, previsto per il 18-20 settembre. Per  Chung Eui-yong, responsabile sudcoreano della sicurezza, i dialoghi dimostrano che i due Paesi si stanno muovendo verso un “controllo operazionale delle armi” per ridurre gli scontri accidentali, organizzando il dispiego delle truppe e i programmi di addestramento.

I due gruppi si erano già incontrati a luglio, raggiungendo un’“ampia intesa” sul bisogno di disarmare una zona di Panmunjom sotto controllo congiunto e avviare prove di ritiro delle postazione di guardia, senza però precisare una tabella di marcia specifica per mettere in atto simili misure.

Intanto, i dialoghi fra Seoul e Pyongyang procedono anche attraverso altri canali. Domani, le due Coree si incontreranno a Panmunjom per preparare il summit fra Moon e Kim Jong-un della settimana prossima. Do Jong-hwan, ministro di Cultura, sport e turismo, ha annunciato che durante il vertice la Corea del Sud proporrà al Nord una candidatura congiunta per ospitare le Olimpiadi estive del 2032. Anche il settore commerciale è coinvolto negli scambi: quattro direttori di importanti marchi – fra cui Samsung – accompagneranno il presidente Moon Jae-in a Pyongyang il 18 settembre. Ancora sul settore commerciale, la Casa Blu di Seoul ha invitato alcuni imprenditori a partecipare alla cerimonia di apertura dell’ufficio di collegamento intercoreano, domani a Kaesong. Gli uomini di affari avevano in passato guidato delle compagnie nell’area, zona industriale, considerata il simbolo della cooperazione economica fra le due Coree, dalla sua apertura nel 2004, fino alla sua chiusura nel 2016. Tuttavia, un funzionario anonimo del ministero sudcoreano dell’Unificazione afferma che l’invito non ha nulla a che fare con un’eventuale riapertura del parco.

Tema ricorrente dei dialoghi resta l’impegno per denuclearizzare la penisola: Moon promette di dare un nuovo slancio allo sforzo attraverso il prossimo vertice con Kim, la Corea del Nord mette le mani avanti e esclude una “denuclearizzazione unilaterale”.

COREA_-_0913_-_Vertice_militare.jpg