Chhattisgarh, radicali indù attaccano una chiesa pentecostale
di Nirmala Carvalho

L’incidente è avvenuto durante il servizio di preghiera. Gli aggressori hanno picchiato i fedeli riuniti per ascoltare la predica domenicale. Distrutti alcuni strumenti musicali; strappate tre copie della Bibbia.


Mumbai (AsiaNews) – Un gruppo di radicali indù ha attaccato una chiesa pentecostale nel Chhattisgarh. L’incidente è avvenuto ieri durante le preghiere domenicali. Lo rivela ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christian (Gcic), che condanna “con forza l’attacco alla chiesa pentecostale”.

Il leader cristiano racconta la dinamica dell’incidente: “Ieri intorno alle 9.30 del mattino, il rev. Ajay Ravi stava predicando ad una riunione di circa 25 persone. All’improvviso, senza alcuna provocazione, 15 persone sono entrate in chiesa, mentre altre aspettavano fuori. Gli aggressori urlavano che le persone raccolte in preghiera stavano insultando gli dei e le dee [indù]”.

In seguito l’interruzione del servizio di preghiera è degenerato in vera e propria violenza. I radicali, continua Sajan K George, “hanno picchiato i fedeli, rivolto cattive parole contro le donne. Poi hanno strappato tre copie della Bibbia, rotto alcuni strumenti musicali e distrutto una motocicletta”.

L’attacco è avvenuto il giorno seguente il 70mo anniversario della Repubblica. Secondo il presidente del Gcic, “è una vergogna. La libertà religiosa è garantita dalla Costituzione. Questo attacco intimidisce la vulnerabile comunità cristiana, [e diffonde] paura e insicurezza, soprattutto a causa della legge anti-conversione in vigore nello Stato”.

INDIA_-_0128_-_Attacco_1.jpg INDIA_-_0128_-_Attacco_1.jpg INDIA_-_0128_-_Attacco_1.jpg INDIA_-_0128_-_Attacco_1.jpg