Donald Trump annuncia il secondo vertice con Kim Jong-un

L'incontro avrà luogo in Vietnam il 27 e il 28 febbraio. Il presidente Usa: “Continuiamo la nostra storica spinta per la pace nella penisola coreana”. “Se non fossi stato eletto presidente degli Stati Uniti, in questo momento, a mio parere, saremmo in una grande guerra con la Corea del Nord”.


Washington (AsiaNews/Agenzie) – Il presidente degli Stati Uniti, Donald J. Trump, ed il leader nordcoreano Kim Jong-un si incontreranno per un secondo vertice che avrà luogo in Vietnam, tra il 27 ed il 28 febbraio prossimi. Lo ha annunciato questa notte lo stesso Trump, durante il discorso sullo Stato dell’Unione pronunciato di fronte al Congresso Usa. “Come parte di una nuova audace diplomazia, continuiamo la nostra storica spinta per la pace nella penisola coreana”, ha dichiarato il presidente americano. “Rimane ancora molto lavoro da fare, ma la mia relazione con Kim Jong-un è buona”.

Il primo incontro tra Trump e Kim a Singapore, lo scorso giugno, è stato il primo tra un presidente Usa ed un leader nordcoreano. I due capi di Stato si sono espressi a favore della denuclearizzazione e dell’eliminazione delle sanzioni, che dovrebbero andare di pari passo. Ma non si era stabilito alcuna scadenza. “I nostri ostaggi sono tornati a casa, i test nucleari si sono fermati e non c'è stato un lancio missilistico in 15 mesi”, ha affermato Trump. “Se non fossi stato eletto presidente degli Stati Uniti, in questo momento, a mio parere, saremmo in una grande guerra con la Corea del Nord”.

Nell’ultimo anno, la Corea del Nord ha rilasciato detenuti americani, sospeso test nucleari e missilistici a lungo raggio e ha smantellato – senza la presenza di esperti esterni – un sito per test nucleari e parti di un impianto per il lancio di razzi. Pyongyang ha più volte chiesto agli Stati Uniti di ricambiare gli sforzi con misure come l'annullamento delle sanzioni, ma Washington ha chiesto alla Corea del Nord di fornire un resoconto dettagliato dei suoi impianti nucleari e missilistici, che sarebbero ispezionati e smantellati nell'ambito di un potenziale accordo.

Al secondo vertice Trump-Kim, alcuni esperti sostengono che la Corea del Nord cercherà di barattare la distruzione del suo principale impianto nucleare di Yongbyon per la promessa statunitense di dichiarare la fine formale della Guerra di Corea; aprire un ufficio di collegamento a Pyongyang; e consentire al Nord di riprendere alcuni lucrosi progetti economici con la Corea del Sud.

L’annuncio del secondo vertice tra Trump e Kim giunge dopo che il presidente degli Stati Uniti e il segretario di Stato americano Mike Pompeo hanno incontrato il negoziatore nordcoreano Kim Yong-chol a Washington il mese scorso. Subito dopo, Stephen Biegun, rappresentante speciale degli Stati Uniti per la Corea del Nord; Choe Son-hui, viceministro degli Affari esteri della Corea del Nord; e Lee Do-hoon, rappresentante speciale della Corea del Sud per gli Affari di pace e sicurezza della penisola coreana, hanno preso parte a colloqui trilaterali a Stoccolma.

COREA_DEL_NORD-USA_-_0206_-_Summit.jpg