Tokyo, nel 2018 vittime di maltrattamenti oltre 80mila minori: è record

Hanno sofferto di violenze psicologiche 57.326 bambini. Quelli che hanno subito abusi fisici sono 14.821, mentre 7.699 sono stati trascurati dai genitori. Le vittime di abusi sessuali sono 258. I casi di violenza domestica sono 77.482: registrano un incremento per il 15mo anno consecutivo. Dal 2013, quintuplicato il numero delle vittime maschili.


Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – Nel 2018, le forze dell’ordine ed i centri di consulenza per bambini distribuiti sul territorio nazionale hanno registrato il numero record di oltre 80.104 casi di maltrattamenti sui minori di 18 anni. Il dato riporta un aumento del 22,4% rispetto all’anno precedente. Lo rivelano le ultime statistiche pubblicate dall’Agenzia nazionale di polizia (Npa).

Il numero di abusi sui minori è aumentato ogni anno da quando l’Npa ha redatto tali stime per la prima volta, nel 2004. I funzionari hanno confermato anche il record di 77.482 casi di violenza domestica, che registrano un incremento per il 15mo anno consecutivo.

Lo scorso anno, circa il 70% delle vittime di maltrattamenti – ovvero 57.326 bambini – ha sofferto di violenze psicologiche sotto forma di abuso verbale o negligenza. I bambini che hanno subito abusi fisici sono 14.821, mentre 7.699 sono stati trascurati dai genitori e curati in modo inadeguato. Le vittime di abusi sessuali sono 258.

La polizia ha indagato sulla natura criminale dei maltrattamenti in 1.355 casi: 1.075 sono le inchieste aperte per abusi fisici; 223 per abusi sessuali; 34 per violenze psicologiche; 23 per abbandono di minore.

Nei casi di violenza domestica scoperti dalla polizia, le donne sono vittime in circa l'80% delle circostanze. Le autorità notano però anche il notevole aumento del numero di vittime maschili: i 15.964 casi riportati nel 2018 sono il quintuplo di quelli denunciati nel 2013.

Nel luglio dello scorso, il caso della piccola Yua Funato, negletta dai genitori e morta di polmonite a soli cinque anni, aveva sconvolto la società giapponese. Per mons. Tarcisio Kikuchi, arcivescovo di Tokyo, simili tragedie si verificano a causa della distruzione e della solitudine dei giovani e delle famiglie giapponesi. Secondo gli esperti, l’isolamento dalla società e la povertà sono fra le prime cause di abuso infantile.

GIAPPONE_-_0207_-_Abusi.jpg