Lucy Theresa, sacrestana da 40 anni: Servirò Maria fino all’ultimo respiro
di Melani Manel Perera

La donna vive in un villaggio di pescatori vicino alla riserva naturale di Mahawilachchiya. Ogni giorno suona la campana della chiesa di Nostra Signora del perpetuo soccorso per richiamare i fedeli alle preghiere. Nel mese di maggio porta in processione di casa in casa una piccola statua della Madonna.


Colombo (AsiaNews) – Servire la parrocchia “e la nostra Madre benedetta mi rende così orgogliosa che lo farò fino all’ultimo respiro”. Lo afferma Lucy Theresa Fernando, da 40 anni sacrestana della chiesa di Nostra Signora del perpetuo soccorso nel piccolo villaggio di pescatori di Randuuwa, nella provincia centro-settentrionale dello Sri Lanka. Ad AsiaNews racconta la sua vita quotidiana, fatta di semplici mansioni al servizio della parrocchia. “Non posso dimenticare – aggiunge – le benedizioni che ho ricevuto da Maria. Per questo non posso sottrarmi dal donare la mia vita alla nostra chiesa”.

Lucy Theresa ha 69 anni ed è una degli anziani del villaggio. Nella località in cui risiede, vicino alla riserva naturale di Mahawilachchiya, vivono 25 famiglie cattoliche e 15 di altre religioni. La donna racconta che gli abitanti convivono in un clima di pace e armonia.

A unire la popolazione, è la devozione alla Madonna del perpetuo soccorso. Grazie alla sua intercessione, sostiene la signora Lucy, “avvengono tante benedizioni”. Lei è una testimone vivente di questi “miracoli”: “Ho trascorso tanti anni senza l’olfatto. Ho preso diverse medicine, ma non sono servite a nulla. L’unica cura è stato il grande amore della Madre, che io ho pregato per tanti mesi con assiduità. Sempre grazie a lei, mio nipote ha trovato lavoro e ora è felice”.

La sacrestana conduce una vita umile, in una piccola casa accanto alla parrocchia. “Tutti i giorni – racconta – sistemo l’altare, suono la campana della chiesa per chiamare a raccolta i fedeli, mantengo tutto pulito anche con l’aiuto di qualche parrocchiano”. Tra i compiti a lei affidati, “la conduzione della recita del Rosario e delle litanie. Nel mese di maggio [dedicato alla Madonna, ndr] porto una piccola statua di Maria di casa in casa nel villaggio e recito il Rosario insieme alle famiglie”. “Se ci affidiamo nelle mani della Madonna – conclude – non correremo alcun pericolo”.

SRI_LANKA_-_0311_-_Sacrestana_1_(600_x_395).jpg SRI_LANKA_-_0311_-_Sacrestana_1_(600_x_395).jpg SRI_LANKA_-_0311_-_Sacrestana_1_(600_x_395).jpg SRI_LANKA_-_0311_-_Sacrestana_1_(600_x_395).jpg