Futuri padri e mariti modello: l’élite a lezione di puericultura

Il preside della Nada Junior and Senior High School: “Oggi è impensabile che l’uomo non si prenda cura dei figli”. Alla scuola media di Seiko Gakuin è promossa “la condivisione delle mansioni domestiche e la capacità di far fronte alle esigenze familiari”.


Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – Chiamate a formare i leader di domani, diverse scuole superiori maschili dell’élite giapponese insegnano agli studenti come crescere i figli e costruire relazioni paritarie con le loro future mogli. I funzionari degli istituti affermano che i tempi sono cambiati e vogliono allontanare dai loro  alunni il pensiero che l'unico scopo di un marito in una famiglia è guadagnare, mentre la consorte si occupa del focolare domestico.

Nell’area residenziale di Higashinada-ku, uno dei nove distretti di Kobe, lo scorso ottobre gli studenti della Nada Junior and Senior High School hanno preso parte ad una lezione annuale, durante la quale hanno familiarizzato e giocato con sette bebè. Insieme alle rispettive mogli, gli insegnanti Katadason e Takuya Ikeda hanno illustrato ai ragazzi le responsabilità che derivano dall’essere genitori. Le due donne hanno poi raccontato le loro carriere. “Speriamo – dichiara Katadason – che l'apprendimento di queste nozioni in tenera età consenta in futuro ai nostri studenti di prendere in considerazione il congedo di paternità; o almeno di capire quanto siano difficili i lavori delle loro mogli”.

La scuola Nada ha iniziato a fornire questo tipo di educazione agli studenti del primo anno di scuola media quattro anni fa. Gli studenti delle scuole superiori del terzo anno hanno sperimentato tali attività l'anno scorso per la prima volta. Un'alta percentuale di alunni della scuola hanno madri che sono casalinghe e la maggior parte dei loro insegnanti sono uomini. Secondo Katadason, i ragazzi hanno dunque poche opportunità di “incontrare donne che lavorano a tempo pieno”.

Magohiro Wada, 66enne preside della scuola, esprime soddisfazione per l’iniziativa. “Viviamo in un’epoca  con un numero crescente di famiglie a doppia carriera. Non è più pensabile che l’uomo, in quanto tale, non abbia bisogno di prendersi cura dei figli. Queste esperienze educative sono necessarie per gli uomini del futuro”, dichiara.

Più di cinque anni fa, gli studenti delle scuole superiori del secondo anno alla Waseda Junior and High School di Tokyo (distretto di Shinjuku) hanno cominciato a frequentare lezioni di educazione domestica una volta all'anno. Reiko Tamura, 50 anni, l'insegnante responsabile del programma, spiega: "Se hanno esperienza o conoscenza nell'educazione dei figli, saranno in grado di diventare padri coinvolti in modo proattivo nella genitorialità”.

Dal mese scorso, il test di ammissione alla scuola media di Seiko Gakuin a Yokohama include domande sulle leggi emanate per promuovere la parità dei sessi, quelle sul matrimonio e le norme per eliminare le discriminazioni di genere sul luogo di lavoro. Il preside Seiichi Kudo, 63 anni, spesso ripete agli studenti: “Dovete essere in grado di interpretare a livello mondiale il ruolo di marito o padre a casa, per vivere come una personalità internazionale”. “Desideriamo – afferma Kudo – promuovere la condivisione delle mansioni domestiche e la capacità di cambiare in modo flessibile il loro metodo di lavoro in base alla situazione familiare, sulla base di una collaborazione equa tra marito e moglie”.

GIAPPONE_-_0328_-_Scuole.jpg