Papa: dal 19 al 26 novembre il viaggio in Thailandia e Giappone

Reso noto il programma della visita. Dopo Giovanni Paolo II, Francesco sarà il secondo pontefice a visitare i due Paesi.


Città del Vaticano (AsiaNews) – Il prossimo novembre, papa Francesco tornerà in Asia per un viaggio apostolico in Thailandia (20-23) e Giappone (23-26). Dopo Giovanni Paolo II, Francesco sarà il secondo pontefice a visitare i due Paesi.

Il programma del viaggio, reso noto oggi, indica la partenza da Roma alle 19 del 19 novembre e l’arrivo a Bangkok alle 12.30 del 20. Al Military Air Terminal 2 ci sarà l’accoglienza ufficiale.

Il viaggio in Thailandia, che ha il motto “Discepoli di Cristo, discepoli missionari”, vuole essere un richiamo all’anniversario dei 350 anni dell’istituzione del Vicariato apostolico di Siam, eretto nel 1669. 

La mattina del 21 Francesco andrà alla Government House, dove ci sarà la cerimonia di benvenuto e l’incontro con il primo ministro. Poi, nella Sala “Inner Santi Maitri”, il Papa pronuncerà un discorso incontrando le autorità, la società civile e il corpo diplomatico.

Nella stessa giornata Francesco farà visita al Patriarca supremo dei buddisti al Wat Ratchabophit Sathit Maha Simaram Temple.

Successivamente si recherà al St. Louis Hospital dove incontrerà sanitari e malati.

Nel pomeriggio la visita privata a re Maha Vajiralongkorn “Rama X”. Ultimo impegno della giornata, la messa nello Stadio nazionale.

Il 22, nella parrocchia di San Pietro l’incontro con sacerdoti, religiosi e religiose, seminaristi e catechisti e poi, nel Santuario del Beato Nicholas Boonkerd Kitbamrung, con i vescovi della Thailandia e della FABC . Quindi, in una sala adiacente il Santuario, un incontro privato con i membri della Compagnia di Gesù. Dopo il pranzo incontrerà i leader cristiani e di altre regioni a cui rivolgerà un discorso alla Chulalongkorn University. A fine giornata la messa con i giovani nella cattedrale dell’Assunzione.

Il 23 il congedo da Bangkok e la partenza per il Giappone. Motto di questa parte del viaggio, “Proteggere ogni vita”, con la “t” nella parola “vita” a forma di croce.

Arrivato alle 17.40 all’aeroporto di Tokyo-Haneda, Francesco avrà il primo appuntamento con i vescovi alla nunziatura.

Domenica 24 sarà segnata dalle visite a Nagasaki e Hiroshima. Nella prima, dove arriverà in aereo da Tokyo, ci sarà il suo “Messaggio sulle armi nucleari” all’Atomic Bomb Hypocenter Park e un “Omaggio ai Santi Martiri” al Monumento dei Martiri Nishizaka Hill, con un suo saluto e la recita dell’Angelus.

Nel pomeriggio, la Messa allo stadio di baseball. Poi la partenza per Hiroshima dove rivolgerà un messaggio all’Incontro per la pace al Memoriale della pace. In serata, il rientro a Tokyo.

Nella capitale, il 25, il Papa incontrerà le vittime del Triplice disastro (come è chiamata in Giappone la catastrofe di Fukushima) a “Bellesalle Hanzomon” e, dopo, farà una visita privata all’imperatore Naruhito al Palazzo imperiale.

Poi, nella cattedrale di Santa Maria l’incontro con i giovani.

Nel pomeriggio, la Messa nel Tokyo Dome e successivamente l’incontro con il primo ministro, le autorità e il corpo diplomatico a Kantei.

L’ultimo giorno del viaggio apostolico si aprirà con la messa in privato con i membri della Compagnia di Gesù nella cappella del Kulturzentrum della Sophia University. Poi l’incontro privato con il Collegio Massimo nella Sophia University, dove Francesco visiterà anche sacerdoti anziani e ammalati e poi terrà un discorso.

Alle 11.35 la cerimonia di congedo all’aeroporto di Tokyo-Haneda e la partenza per Roma dove arriverà alle 17.15.

cq5dam.thumbnail.cropped.750.422.2.jpeg