Allerta per il tifone Hagibis: un morto, attese piogge e venti record

Le autorità ad emettere ordini di evacuazione per oltre 1,6 milioni di persone. L’Agenzia metereologica nazionale prevede raffiche massime di 216 chilometri all'ora. Le alte maree prima di una luna piena aumentano il rischio di alluvioni.


Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – È massima allerta in Giappone: il Paese si prepara a quella che secondo gli esperti potrebbe essere il più tifone più forte degli ultimi 60 anni. Questa mattina la tempesta Hagibis ha reclamato la sua prima vittima nella prefettura di Chiba, ancor prima di abbattersi sull’arcipelago. Nel frattempo, piogge e venti da record hanno spinto le autorità ad emettere ordini di evacuazione per oltre 1,6 milioni di persone.

Classificata da Tokyo come “grande e molto forte”, il tifone ha già costretto alla cancellazione di due partite di Coppa del Mondo di rugby, interrotto il Gran Premio di Suzuka e lasciato a terra a terra oltre 1.600 voli. L’Agenzia metereologica del Giappone (Jma) prevede che Hagibis si schianti sulla regione centrale o orientale questa sera sul presto, con raffiche massime di 216 chilometri all'ora.

La Jma avverte che la tempesta porterà “venti brutali e mari violenti”. Le precipitazioni attese, in particolare, sollevano timori perché le alte maree prima di una luna piena aumentano il rischio di alluvioni. L'agenzia ha emesso avvisi di forte vento, onde alte, frane e gravi inondazioni per vaste aree di Honshu, l'isola più grande del Giappone.

Ogni anno, sul Paese si abbattono circa 20 tifoni all'anno, sebbene la capitale non sia di solito colpita in modo grave. Hagibis segue di alcune settimane che un'altra potente tempesta. Il tifone Faxai, ha colpito l'area con una forza simile, uccidendo due persone e causando gravi danni nella prefettura di Chiba.

GIAPPONE_-_1012_-_Tifone.jpg