Erutta il Merapi, chiuso l’aeroporto di Surakarta

L’eruzione è iniziata nelle prime ore di oggi, martedì. Si è innalzata una colonna di cenere alta 6mila metri.


Jakarta (AsiaNews/Agenzie) - L'aeroporto internazionale Adi Soemarmo di Surakarta, Central Java, è stato temporaneamente chiuso a seguito dell'eruzione del Merapi (nella foto). Almeno sei voli sono stati finora cancellati.

L’eruzione è iniziata nelle prime ore di oggi, martedì. Si è innalzata una colonna di cenere alta 6mila metri, secondo la Meteorology, Climatology and Geophysics Agency (BMKG).

Il direttore generale del trasporto aereo del Ministero dei trasporti, Novie Riyanto, ha dichiarato che il ministero continuerà a monitorare l'attività del Mount Merapi per garantire la sicurezza aerea. “Continueremo a osservare gli ultimi sviluppi. Per quanto riguarda l'impatto sull'aviazione - ha detto Novie - finora è interessato solo [Adi Soemarmo International Airport] a Surakarta; da allora è stato chiuso per il momento. Abbiamo dirottato diversi voli verso regioni che non sono ancora state colpite dall'eruzione ”.

La cenere vulcanica dell'eruzione ha coperto parti della pista e del piazzale dell'aeroporto. Le autorità hanno aumentato il livello di allerta di Merapi a waspada (attenzione), il secondo livello più alto nel sistema di allerta a quattro livelli del Paese.

Il vulcano in precedenza era scoppiato il 13 febbraio, con una colonna di cenere alta 2.000 metri.

Il monte Merapi è uno dei vulcani più attivi dell’ ​​Indonesia. Nel 2010 una sua eruzione ha causato la morte di oltre 300 persone e ha costretto ad allontanarsi quasi 400mila persone.

merapi_i37894.jpg