Donne indiane al governo: più impegno contro la mortalità materna

Ieri incontro tra esponenti politici e numerose madri delle zone più povere. L'India ha il più alto tasso di mortalità materna dell'Asia del Sud: 136 mila decessi all'anno, tutti per cause facilmente affrontabili.


New Delhi (AsiaNews/Cbci) – Le donne dell'India chiedono in coro che la salute delle madri venga posta tra le priorità dell'agenda politica nazionale. Ieri a New Delhi numerose donne, provenienti in maggioranza dalle zone rurali del paese, hanno incontrato la Commissione per la pianificazione, i donatori e membri del ministero della Sanità e del Welfare familiare. Lo scopo, chiedere ai politici al governo di affrontare in modo serio il grave problema della salute materna nel paese.

La Costituzione garantisce il diritto alla vita incluso il diritto alla salute. Nonostante ciò, l'India registra il più alto tasso di mortalità materna (Mmr) di tutta l'Asia del sud. Secondo stime dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel paese ogni anno muoiono 136 mila donne per complicazioni legate a parto e gestazione e all'aborto. Ad oggi l'Mmr indiano è di 540 morti ogni 100 mila nascite. Nel solo Uttar Pradesh muoiono circa 40 mila madri all'anno; a seguire l'Orissa e il Rajasthan.

Le cause di queste morti sono: emorragie, infezioni generalizzate, aborti pericolosi, parti complicati (per cui sarebbe necessario un intervento in ospedale). Nella maggior parte i casi sono risolvibili in condizioni di assistenza medica e strutture sanitarie adeguate. Per l'Oms quest'anno ci sono stati miglioramenti nell'assistenza medica od ostetrica. Purtroppo la disponibilità di interventi che possono salvare la vita, come antibiotici, chirurgia, trasporto in centri medici attrezzati, manca ancora a molte donne, soprattutto nelle zone rurali, lontano dalle città.

Secondo il forum asiatico Women Health Rights Advocacy Partnership (Wharp), povertà, carenza di una buona rete di trasporti e un atteggiamento poco attento del personale medico contribuiscono all'elevato numero dei decessi.

Altrettanto allarmanti i dati sulle donne che pur sopravvivendo a parto o aborto, riportano serie lesioni, infezioni e malattie: sono tra i 4 e 5 milioni.

In totale – secondo il conteggio dell'Oms – ogni anno nel mondo muore mezzo milione di madri per condizioni legate alla gravidanza o al parto. Circa il 13%  di queste morti avviene a seguito di un aborto.

4999_india (150 x 105).jpg