Hong Kong: con la pausa del Covid riappare il raro delfino rosa

Senza traghetti da marzo, la popolazione del mammifero è salita del 30% nell’estuario del Fiume delle Perle. Circa 2.500 gli attuali esemplari, in preoccupante calo. Pesca intensiva, inquinamento, sviluppo costiero e traffico marittimo ne minacciano la sopravvivenza.


Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – “Grazie” alla pandemia di coronavirus il raro delfino rosa cinese è riapparso nelle acque di Hong Kong. Secondo una ricerca dell’università di St. Andrews, la presenza del raro mammifero nell’estuario del Fiume delle Perle, che divide l’ex colonia britannica da Macao, è salita del 30% dallo scorso marzo. In quei giorni, per far fronte all'emergenza Covid-19, le autorità locali hanno sospeso i servizi di trasporto marittimo tra le due regioni speciali cinesi, misura che ha favorito la ricomparsa dell’animale.

La sezione locale del Wwf spiega che il primo avvistamento del delfino rosa nell’area di Hong Kong risale al 1600. I ricercatori stimano che l’attuale popolazione nel Fiume delle Perle si aggiri sui 2.500 esemplari: in preoccupante calo negli ultimi anni. La specie è minacciata dallo sfruttamento eccessivo della pesca, dall’inquinamento delle acque, dall’elevato traffico portuale e dalla continua cementificazione della costa.

HK_-_0910_-_delfino.jpg