Papa: la missione "consiste in definitiva nel comunicare ai fratelli l'amore di Dio"

Ricevendo i partecipanti alla assemblea plenaria del Consiglio superiore delle Pontificie Opere Missionarie, Benedetto XVI ribadisce l'essenzialità della missione per la comunità cristiana.


Città del Vaticano (AsiaNews) – L'azione missionaria, che è "essenziale" per la comunità cristiana, "consiste in definitiva nel comunicare ai fratelli l'amore di Dio rivelatosi nel disegno della salvezza". L'azione per la diffusione tra i fedeli del senso della missione, che viene portata avanti dalle Pontificie opere missionarie, sta spingendo ad una sempre maggiore fattiva cooperazione "in spirito di condivisione e comunione". Questi i concetti intorno ai quali si è sviluppato il discorso che Benedetto XVI ha rivolto oggi ai partecipanti alla assemblea plenaria del Consiglio superiore delle Pontificie Opere Missionarie, ricevuti nella Sala Clementina del Palazzo apostolico vaticano.

"Ponendosi al servizio dell'evangelizzazione – ha detto il Papa, rispondendo al saluto del card. Crescenzio Sepe, prefetto del dicastero per l'evangelizzazione dei popoli - le Pontificie Opere Missionarie, fin dal loro sorgere nel secolo XIX, hanno avvertito che l'azione missionaria consiste in definitiva nel comunicare ai fratelli l'amore di Dio rivelatosi nel disegno della salvezza. Conoscere e accogliere questo Amore salvifico è infatti questione fondamentale per la vita – ho scritto nell'Enciclica Deus caritas est - e pone domande decisive su chi è Dio e chi siamo noi (cfr n. 2)".

"Come la Chiesa primitiva – ha detto ancora - faceva giungere a Gerusalemme le 'collette' raccolte in Macedonia e in Acaia per i cristiani di quella Chiesa (cfr Rm 15,25-27), così oggi un responsabile spirito di condivisione e di comunione coinvolge i fedeli di ogni comunità nel sostegno per le necessità delle terre missionarie e ciò costituisce un segno eloquente della cattolicità della Chiesa. Il vostro Statuto, evidenziando che la missione, opera di Dio nella storia, 'non è un semplice strumento, ma un evento che pone tutti a disposizione del Vangelo e dello Spirito' (art. 1), vi incoraggia a lavorare perché i cristiani crescano nella consapevolezza che l'impegno missionario li coinvolge nella dinamica spirituale del battesimo, raccogliendoli in comunione attorno a Cristo per partecipare alla sua missione (cfr ibid.). Questo intenso movimento missionario, che interessa le comunità ecclesiali e i singoli fedeli, si è sviluppato in questi anni in una promettente cooperazione missionaria. Di essa voi siete una significativa testimonianza, perché contribuite ad alimentare dappertutto quello spirito di missione universale, che è stato il segno distintivo della vostra nascita come Opere Missionarie e la forza del vostro sviluppo".

6110_VATICANO -MISSIONI (150 x 97).jpg