Corea del sud: schiacciante successo delle opposizioni alle elezioni amministrative

Il Grand National Party, di opposizione, conquista le prime due città del Pese. Il partito al governo Uri vince solo in una provincia. Il voto ha riguardato 16 delle maggiori città e province del Paese.


Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Il principale partito d'opposizione della Corea del sud ha registrato un'importante vittoria alle elezioni amministrative di ieri. Il Grand National Party (Gnp) conquista 11 delle amministrazioni in palio, che riguardavano 16 delle maggiori città e province del Paese.

Secondo gli exit pool del canale televisivo Kbs, l'Uri, il partito che governa il Paese, vince solo nella provincia di North Jeolla, storica roccaforte del Gnp. Il Millennium Democratic Party, un partito minore, conquista due amministrazioni. In due circoscrizioni i risultati sono incerti.

Il Gnp strappa all'Uri Seoul, Pusan, la seconda città del Paese, e Gyeonggi, la provincia della capitale. "È più di quello che mi aspettavo", dichiara il nuovo sindaco di Seoul, che ha vinto con il 63% delle preferenze. "Penso che questo risultato rispecchi il desiderio della popolazione, che vuole politici onesti e una nuova amministrazione". "Sono perplesso – dichiara invece Yeom Dong-youn, organizzatore della campagna politica Uri – in futuro dovremo lavorare meglio". Il partito Uri è accusato di aver fallito l'obiettivo del rilancio economico e di non aver fatto riforme.

Le elezioni amministrative sono un importante segnale in vista delle politiche che si terranno il prossimo anno. Il voto interessa anche la Corea del nord, la quale teme che i problemi recenti possano aumentare nel caso vincano i conservatori del Gnp. La scorsa settimana Pyongyang aveva cancellato il viaggio di collaudo della nuova linea ferroviaria che collega nord e sud del Paese, e aveva reso noto che una delle motivazioni era la mancanza di stabilità della Corea del sud.

Una serie di sondaggi evidenziano che l'indice di approvazione del Gnp è salito dopo il 20 maggio, quando la presidentessa del partito Park Geun-hye è stata aggredita con un coltello da uno squilibrato mentre era ad un comizio in favore del candidato a sindaco di Seoul del suo partito. Park, 54 anni, ha riportato una ferita di 11 cm al viso ed ha subito un intervento chirurgico. Ora sta bene ed è stata dimessa dall'ospedale.

Park, considerata il candidato premier del Gnp per le elezioni politiche del 2007, è la figlia dell'ex presidente Park Chung-hee, che ha governato la Corea del sud per 18 anni, dal colpo di Stato del 1961 fino alla sua uccisione da parte del capo dell'intelligence.

6328_korea (135 x 120).jpg