Dalle Filippine 70 giovani ad Hong Kong per la Giornata della gioventù asiatica

La Conferenza episcopale delle Filippine comunica l'imminente partenza di 70 ragazzi e ragazze diretti ad Hong Kong per la Quarta Giornata della gioventù asiatica. Quest'anno l'evento, a cui parteciperanno oltre mille persone, è incentrato su "Giovani, speranza delle famiglie asiatiche".


Manila (AsiaNews/Cbcp) – Almeno 70 giovani rappresenteranno le Filippine alla Quarta Giornata della gioventù asiatica (Ayd), in programma ad Hong Kong dal 28 luglio al 5 agosto prossimo. Nella ex colonia inglese sono attesi più di mille giovani da tutto il continente: rifletteranno sui problemi della famiglia nella società moderna e studieranno come migliorarne le condizioni attraverso la testimonianza di fede. Il titolo dell'edizione di quest'anno è infatti: "Giovani, speranza delle famiglie asiatiche".

La delegazione filippina sarà guidata dal presidente della Commissione per i Giovani (Ecy) della Conferenza episcopale delle Filippine (Cbcp), mons. Joel Baylon e dal suo co-presidente mons. Patrick Buzon; con loro anche il Segretario esecutivo, p. Conegundo Garganta.

Come spiega il sito web ufficiale dell'evento, l'Ayd vuole portare i giovani a una maggiore comprensione delle realtà multi-culturali e multi-religiose dell'Asia. L'intento è aiutare a riflettere su queste situazioni alla luce della fede, incoraggiando i giovani a scambiarsi esperienze di fede e di vita. Pur tenendo ben presente il fine ultimo: essere in grado di vivere appieno la propria fede.

La Ecy rende noto che i rappresentanti delle Filippine faranno parte del Comitato di redazione dell'Ayd: uno dei loro compiti sarà raccogliere testimonianze ed esperienze tra i partecipanti per poi stendere la dichiarazione finale dell'Ayd.

Nell'arco di una settimana sono previsti incontri sulla spiritualità della famiglia e sulla sessualità. Ma anche laboratori e mostre in cui i giovani esporranno progetti sulle condizioni attuali della famiglia e le loro proposte per migliorarle. Non mancheranno momenti di preghiera e meeting sul dialogo interreligioso, come pure spettacoli legati alle singole culture tradizionali.

Organizzata dalla Federazione delle Conferenze episcopali asiatiche (Fabc), l'Ayd vuole "portare speranza e cambiamento tra i partecipanti, che si trovano ad affrontare differenti problemi nelle loro vite, attraverso una migliore comprensione dei fattori sociali che influiscono sulla famiglia e attraverso la forza che viene dal sevizio religioso e dalla formazione spirituale". Tra le sfide che la famiglia in Asia deve affrontare al giorno d'oggi la Fabc cita: povertà, globalizzazione, inquinamento, diritti delle donne, sviluppo economico. Gli organizzatori si augurano infine che "i giovani possano giocare un ruolo importante nella famiglia promuovendo al suo interno l'amore e l'armonia".

Le precedenti Ayd si sono svolte a Hua Hin (Thailandia 1999), Taipei (Taiwan 2001), Bangalore (India  2003).

6643_ASIA (150 x 103).jpg