Nuovo arresto per l’ex premier Hasina, protesta degli studenti
In mattinata truppe di polizia e delle forze speciali hanno prelevato il leader politico dalla propria abitazione. Fonti di partito riferiscono che resterà in carcere per un mese.

Dhaka (AsiaNews/Agenzie) – Nuovo provvedimento di custodia cautelare per l’ex premier Sheikh Hasina: secondo fonti della Lega Awami (AL) – partito del quale è tuttora leader – questa mattina le forze di polizia l’hanno “prelevata dalla propria abitazione” a Dhaka e l’hanno condotta in prigione, dove “resterà per un mese”. Al momento non sono ancora chiari i capi di imputazione che hanno fatto scattare il provvedimento, ma si presume siano legati alle accuse di corruzione ed estorsione perpetrati negli anni di governo dal 1996 al 2001. Hasina – accusata inoltre dell’omicidio di 4 avversari politici, uccisi durante le manifestazioni dell’ottobre 2006 nella capitale – ha respinto ogni addebito, mentre il suo avvocato sottolinea che presto verranno forniti “tutti i dettagli” sulla vicenda.

Testimoni e membri del partito AL affermano che dalla mezzanotte di domenica centinaia fra poliziotti e truppe del corpo speciale Rab (Rapid Action Battalion) hanno circondato l’abitazione dell’ex premier; questa mattina gli agenti hanno fatto irruzione all’interno dell’edificio e, a bordo di un mezzo blindato, hanno condotto Hasina in tribunale davanti ai giudici.

Secondo il figlio, Sajeeb Wazed, l’arresto sarebbe frutto di “una cospirazione per allontanare Hasina dalla scena politica del Paese”. Egli ha inoltre aggiunto che al momento “non ha alcuna intenzione di rientrare in Bangladesh”, ma cercherà di organizzare “manifestazioni in tutto il mondo” a sostegno della madre. Nel frattempo un gruppo di studenti dell’università di Dhaka ha inscenato una protesta, subito sedata dalle forze di polizia.

Dallo scorso 12 gennaio il Bangladesh è guidato da un governo ad interim, appoggiato dai militari, che ha annullato le elezioni, promettendo di fare pulizia della corruzione diffusa nella classe politica locale, prima di procedere a nuove elezioni, in programma l’anno prossimo. Oltre 170 leader politici, tra i quali Tareque Rahman – figlio dell’ex premier Khaleda Zia, rivale politica di Hasina – sono stati arrestati con l’accusa di frode e abuso di potere. Negli ultimi 15 anni Sheikh Hasina e Khaleda Zia si sono alternate nella guida del Paese e sono le candidate favorite per le elezioni politiche del 2008.

BANGLADESH_-_Hasina.jpg